Confronto tra la poetica di Foscolo e Parini

Appunto inviato da leonardodavinci96
/5

Breve appunto di letteratura italiana (1 pagine formato doc)

Confronto tra la poetica di Foscolo e le Odi ‘’illuministiche’’ di Parini
Parini è un poeta molto legato alla classicità, questo lo porta a voler conciliare gli argomenti prosaici e la dignità formale derivata dai classici.
Per fare questo decide di usare alcuni ardimenti linguistici, tutto sommato non ha il coraggio di condurre una totale rivoluzione nel linguaggio, dunque continua ad usare il linguaggio consacrato dalla tradizione classica. Per fare questo fa ampio uso di figure retoriche come perifrasi e metonimie, usa molti latinismi e mira alla complessità del periodare latino. 


In Foscolo il lessico è altamente letterario, costruito con parole auliche e poetiche; molte di queste latinismi (reo, aere, secrete, torme, cure) che danno al sonetto una forma neoclassica, mentre i sentimenti espressi sono decisamente romantici. Per Foscolo la poesia ha un duplice valore, rasserenatrice ed eternatrice.
Le sue opere, rigorosamente neoclassiche nella forma, a livello ideologico sono intrise di princìpi illuministici e di nuovi ideali romantici. Illuministiche sono le strutture portanti della sua ideologia come la visione materialistica del cosmo. Le idee illuministiche però portarono in Foscolo un sentimento angoscioso dell'esistenza ridotta a un continuo affannarsi senza scopo, che si conclude solo con la morte dell'individuo.