Le figure retoriche più utilizzate

Appunto inviato da 88marshall
/5

figure retoriche in ordine alfabetico utili per un saggio di italiano (1 pagine formato doc)

Le figure retoriche più utilizzate.

Figure retoriche Allitterazione: ripetizione di suoni identici o simili nella parte iniziale o finale di due o più parole consecutive. Ex: di me medesimo meco mi vergogno. Anadiplosi: ripresa, all'inizio di un verso o di una frase, di una parola o un gruppo di parole collocate a conclusione del verso o della frase precedente. Ex: gemere in una capra solitaria. // In una capra dal viso semita. Anafora: consiste nella ripetizione di una o più parole all'inizio di due o più frasi o versi successivi. Ex: Piove sulle tamerici… / piove sui pini / scagliosi e irti / piove sui mirti… Anticlimax: successione di termini disposti in ordine d'intensità concettuale decrescente.


Leggi anche Le figure retoriche della poesia

Ex: Si spegne, s'allenta, più fioco e più sordo. Antifrasi: figura retorica con la quale ironicamente si usa una parola in luogo del suo contrario. Ex: Che delizia sgobbare tutto il giorno ! Antonomasia: consiste nell'usare un nome comune in luogo di un nome proprio, e viceversa. Giuda è il traditore per antonomasia. Apostrofe: consiste nel rivolgersi improvvisamente ad una persona deviando momentaneamente dal corso della narrazione. Ex: Padre mio, se ci fossi tu! Asindeto: Mancanza di congiunzioni coordinative fra parole e frasi.

Leggi anche Figure retoriche: spiegazione ed etimologie

Chiasmo: Figura retorica per la quale si dispongono in ordine inverso i membri corrispondenti di una frase. Ex: L'uomo piangeva, rideva l'altro. Climax: successione di termini disposti in ordine d'intensità concettuale crescente.