Giovanni Berchet, Lettera semiseria: riassunto

Appunto inviato da elbrigante93
/5

spiegazione della Lettera semiseria di Grisostomo al suo figliolo e i maggiori esponenti del Romanticismo italiano. Riassunto della Lettera semiseria di Grisostomo al suo figliolo (3 pagine formato )

GIOVANNI BERCHET, LETTERA SEMISERIA: RIASSUNTO

Giovanni Berchet e la lettera semiseria di Grisostomo.

Il letterato traduttore e poeta milanese Giovanni Berchet è uno dei massimi esponenti del romanticismo italiano; pubblicò a Milano gli scritti intitolati: "Sul cacciatore feroce" e sulla "Eleonora" di Goffredo Augusto Brüger.
Lettera semiseria di Grisostomo al suo figliolo. Con quest'opera Berchet si prefiggeva due scopi: presentare la traduzione in prosa di due celebri ballate romantiche del poeta tedesco Brüger e, assumendo le vesti di un certo Grisostomo, dare consigli, tra il serio e l'umoristico, al figlio, sui problemi della letteratura e dell'arte, ma soprattutto illustrare i caratteri sia positivi che negativi dell'innovazione romantica.
Quindi egli finge di essere un intellettuale cristiano che invita questa lettera al figlio in collegio per motivi di studio, e ad essa allega le traduzioni delle due ballate tedesche.

Giovanni Berchet, Lettera semiseria di Griostomo al suo figlioro: riassunto


LETTERA SEMISERIA DI GRISOSTOMO AL SUO FIGLIOLO RIASSUNTO

La lettera può essere divisa in due parti, nella prima spiega al figlio gli aspetti negativi della letteratura romantica di cui Brüger è esponente. Questa prima parte la considera comica, infatti mette in evidenza la predilezione per gli aspetti fantastici, per il linguaggio popolare. Si adotta tale scrittura poiché, essendo il movimento romantico promosso dalla classe della borghesia, questa preferiva un linguaggio medio, non eccessivamente colto come lo era stato lo stile classico né eccessivamente inferiore. Nella prima parte si ottiene così una lettura ironica, quasi comica, da cui il titolo “lettera semiseria”, che tuttavia diviene “seria” nella seconda parte della lettera.
Nella seconda parte della lettera, infatti, Berchet è serio nell'elencare gli aspetti positivi del Romanticismo, è infatti la parte in cui espone il suo punto di vista su questa corrente culturale. Elenca i vantaggi della letteratura romantica e divide il pubblico cui la poesia romantica è destinata in tre categorie, divisione che troverà grande affermazione e fortuna tra gli scrittori del suo tempo: ottentotti, parigini e popolo.

Romanticismo: riassunto sui caratteri generali


LETTERA SEMISERIA DI GRISOSTOMO AL SUO FIGLIOLO SPIEGAZIONE

Egli sostiene che vi è "lo stupido ottentotto" (nome di un popolo africano, infatti vi era il luogo comune che gli africani fossero rozzi) Il quale non è in grado neanche di avvertire da lontano la presenza del messaggio poetico, e dunque tanto meno di capirlo ed apprezzarlo; poi vi è il "parigino", lettore colto e raffinato, nel quale però le facoltà dell'immaginazione e del cuore si sono attenuate, poiché sazi dell'esercizio poetico, perciò tale gruppo tende più al razionale che al fantastico e più al filosofico che al poetico. L'unica categoria a cui si rivolge la letteratura romantica è il popolo (riferito sempre alla borghesia in qualità di ceto medio); costoro sono abbastanza acculturati per apprezzare la voce dei poeti, non sono così smaliziati da non saper più cogliere le voci delle passioni e le emozioni particolari della propria nazione.