I modi della narrazione

Appunto inviato da prisca92
/5

Note sul modello di analisi di un testo narrativo: narratore, focalizzazione e aspetti formali (2 pagine formato doc)

I MODI DELLA NARRAZIONE



VOCE NARRANTE



Il narratore non è l'autore che scrive l'opera, ma colui che racconta la storia.
Egli può usare la terza persona e quindi stare fuori dalla storia (come gli scrittori dell'Ottocento). Si tratta allora di un narratore esterno o eterodiegetico; oppure l'autore fa narrare la storia ad un personaggio servendosi della prima persona, e allora viene definito narratore interno o omodiegetico, che si trova, quindi, nel tempo e nello spazio della storia.


  1. Il narratore eterodiegetico può talvolta entrare nella storia, intervenendo con la sua voce esplicita, con commenti, usando la prima persona. Il narratore eterodiegetico, palese o assente, usa i tempi narrativi del passato.
  2. Il narratore omodiegetico si identifica o col protagonista, e allora avremo un narratore autodiegetico, o con un personaggio, e allora avremo un narratore allodiegetico.
I tempi utilizzati sono quelli commentativi: il presente, il passato prossimo e i due futuri, che indicano uno spiccato coinvolgimento dell'autore, che richiede al lettore un'analoga tensione emotiva.



LA FOCALIZZAZIONE



La focalizzazione, o punto di vista, si riferisce a colui con i cui occhi si vedono e si giudicano le cose narrate.

FOCALIZZAZIONE ZERO: è presente quando il narratore esterno non usa la prospettiva dei personaggi, ma ha un punto di vista molto ampio, sa più dei personaggi, è onnisciente e spesso anticipa il futuro.

FOCALIZZAZIONE ESTERNA: è presente quando il narratore, ignorando i fatti, è un portavoce che registra gli eventi, sa meno dei personaggi e riferisce in modo oggettivo ciò che vede realizzarsi sotto i suoi occhi, con un linguaggio privo di aggettivazione e connotazione.

FOCALIZZAZIONE INTERNA: è presente quando il narratore, autodiegetico, ne sa quanto il protagonista, o quanto un personaggio testimone con cui si identifica, come nel caso del narratore allodiegetico.
.