Neoclassicismo e Winckelmann

Appunto inviato da livornese
/5

Il Neoclassicismo, Tipi di neoclassicismo, Johann Joachim Winckelmann, Il concetto di “bello” per Winckelmann, La statua di Apollo: il mondo antico come paradiso perduto, “Monumento alle Grazie” di Canova (2 pagine formato doc)

Per neoclassicismo si intende un atteggiamento del gusto, diffusosi fra il 1700 ed il 1800, basato sulla riscoperta della opere classiche, non riprendendo pedissequamente l’arte propriamente detta “classica” (ovvero l’arte greca del V secolo a.C.
, avente fra i suoi massimi esponenti lo scultore Fidia), ma rivalutando in generale l’arte greca ed ellenistica (come già fatto in passato da Augusto). Questa nuova forma di arte esprime spesso contenuti opposti fra loro: esistono infatti un neoclassicismo giacobino. reazionario e napoleonico...Johann Joachim Winckelmann: Nel 1755 pubblicò i Pensieri sull'imitazione delle opere greche nel¬la pittura e nella scultura, opera con la quale fissò i canoni dell’arte neoclassica. Per primo teorizzo il senso del bello paragonandolo al mare: la superficie marina è piatta e liscia ma al di sotto di essa ribollono i flutti; allo stesso modo sotto la “calma grandezza e nobile semplicità” del bello si animano le passioni. Il bello è dunque dominio delle passioni ed emblema di questa concezione è la statua di Apollo del Belvedere di Leocrate..