Padre Cristoforo: descrizione

Appunto inviato da camillino2
/5

Descrizione del personaggio dei Promessi Sposi di Alessandro Manzoni: Padre Cristoforo (3 pagine formato doc)

PADRE CRISTOFORO: DESCRIZIONE

I Promessi Sposi.

Descrizione di Padre Cristoforo. Nella descrizione di Padre Cristoforo fin da subito appare chiaramente il contrasto interiore di questo personaggio, un ritratto essenzialmente spirituale, con la duplice personalità che lo contraddistingue: l’uomo vecchio, con l’ardore battagliero degli anni giovanili e l’uomo nuovo, sottomesso al senso di umiltà e di sacrificio. L’istintività della giovinezza coesiste in lui con la lucida temperanza conquistata con la nuova vita intrapresa per espiare la colpa.
Il suo contegno, come l’aspetto fisico, testimonia il lungo conflitto tra temperamento focoso e la volontà opposta, diretta ad ispirazioni più grandi. Anche il suo linguaggio, che solitamente è umile e tranquillo, diventa singolare, animato da un impeto antico, quando si parla di verità e di giustizia. E’ perciò un religioso inquieto, con la sua profonda umanità di peccatore pentito. E’ ripercorrendo la storia della sua vita che si può comprendere al meglio l’alto valore morale della figura di Padre Cristoforo.

FRA CRISTOFORO: PERSONAGGIO STORICO

Egli infatti viene presentato come un giovane dall’indole onesta e al tempo stesso violenta, dal carattere impulsivo ma generoso, animato da un profondo senso di giustizia, all’amore per i deboli e dall’impegno instancabile per la loro difesa. Ma nella sua coscienza troviamo già il seme del cambiamento, che diventerà definitivo solo dopo le due morti da lui stesso causate.
La sua vicenda deve far riflettere sulla realtà storica e sociale del Seicento, nella Lombardia governata dagli spagnoli. E’ l’epoca in cui i signorotti senza scrupoli possono tenere al loro servizio dei delinquenti per terrorizzare la povera gente.  Le leggi insufficienti non sono in grado di difendere i pacifici e i deboli dalle prepotenze.

Fra Cristoforo nel Capitolo 4 de I promessi sposi: analisi

PADRE CRISTOFORO: CARATTERE

In una società fatta di apparenze e superbia, in cui facilmente si odia e si è odiati, dove per futili motivi ci si sfida e altrettanto facilmente ci si uccide, la figura di Padre Cristoforo si distingue per coraggio e per coerenza. Egli è un uomo semplice e umile eppure così forte e determinato, animato da quella forza che può arrivare soltanto dalla fede.  Affascinano il temperamento deciso, il rigore morale, la profonda spiritualità. Egli non è un santo, ma un uomo in mezzo agli uomini, che appare quasi disorientato di fronte ai deboli ma che, se trattato con arroganza dai potenti, sa reagire facendo riemergere il lato battagliero del suo carattere.

Il nome di battesimo di padre Cristoforo era Lodovico. Suo padre era un mercante che, arricchitosi, aveva rinunciato al commercio per vivere da signore, e come un nobile fece educare il figlio, affidandolo a maestri di lettere e di esercizi cavallereschi. Morto il padre, Lodovico aveva ereditato una grande quantità di beni, ma, nonostante le sue abitudini signorili, non era riuscito a farsi accettare dal superbo ambiente dei nobili.