Parafrasi della Ballata Perch'i' no spero di tornar giammai di Cavalcanti

Appunto inviato da sanaumer
/5

parafrasi della ballata di Guido Cavalcanti (3 pagine formato doc)

Parafrasi della Ballata Perch’i’ no spero di tornar giammai di Cavalcanti -
Ballata => formata da ritornello a cui seguno altre strofe (endecasillabi settenari)
Perch’i’ no spero di tornar giammai,
ballatetta, in Toscana, ,(utilizza il diminutivo)
va’ tu, leggera (trobar leu=> leggero)e piana(senza troppe complicatezze),=>referimento del modo di scrivere dei stil novisti(poetica)
dritt’a la donna mia,
che per sua cortesia
ti farà molto onore.(ripresa)
(poeta si riavvolge alla ballata) poi che io spero di non tornare mai più in Toscana oh piccola ballata via tu agile e senza ostacoli senza indugio dalla mia donna che grazie alla sua cortesia ti accoglierà con molto onore
TOPOS DELLA LONTONANZA => mandata di un envoi (messaggio attraverso la poesia)=> prende dalla poesia provenzale

LEGGI ANCHE La vita e lo stile di Cavalcanti

Tu porterai novelle di sospiri
piene di dogli’ e di molta paura;
ma guarda che persona non ti miri
che sia nemica di gentil natura:
ché certo per la mia disaventura
tu saresti contesa,
tanto da lei ripresa
che mi sarebbe angoscia;
dopo la morte, poscia,
pianto e novel dolore.


LEGGI ANCHE Analisi del testo Chi è questa che vén ch'ogn'om la mira di Cavalcanti

.