Riassunto sul romanzo del 900

Appunto inviato da aldon11
/5

le caratteristiche del romanzo del 900 (1 pagine formato doc)

Riassunto sul romanzo del 900 - Dopo la grande stagione del romanzo storico e quella altrettanto significativa della narrazione naturalista-verista, si assiste in Europa e in Italia, nei primi decenni del Novecento, a una graduale trasformazione delle strutture e del linguaggio del romanzo.
Il romanzo ottocentesco era basato sulla convinzione della possibilità di conoscere il reale mediante la ragione e di individuare in esso un ordine stabile, su cui si potesse fondare ogni vivere civile.
L’interesse veniva tutto proiettato sul mondo esterno, a descrivere prevalentemente i rapporti dell’uomo con la società. L’intreccio del romanzo veniva inteso come oggettivo svolgersi dei fatti in successione cronologica; 

LEGGI ANCHE la storia del romanzo

il personaggio era unitario e monolitico, trattato su un unico piano psicologico.
La realtà era colta soprattutto attraverso le due percezioni della vista e dell’udito. Lo scrittore si proponeva di rappresentare la realtà oggettivamente, senza alcuna intrusione soggettiva. Già con il romanzo decadente ( si pensi a Controcorrente di Huysmans e al Ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde ) si avverte la crisi della narrativa ottocentesca nelle sue forme storiche. Alla fine dell’Ottocento e ai primi del Novecento un mutamento di prospettiva travolge i canoni del romanzo naturalista e, più in generale, della tradizione.