La salubrità dell'aria: analisi del testo

Appunto inviato da gragra88
/5

La salubrità dell'aria: analisi del testo dell'ode di Parini, da un punto di vista formale, lessicale, metrico, retorico e contenutistico (2 pagine formato doc)

LA SALUBRITA' DELL'ARIA: ANALISI DEL TESTO

La salubrità dell'ariaanalisi del testoGiuseppe Parini

• Guida all’analisi formale:
1.

Livello lessicale:
-termini aulici: ‘austro scortese’ (v. 13), ‘meriggio’ (v. 23), ‘cultori’ (v. 40), ‘ameno’ (v.
43), ‘quest’aura’ (v.63), ‘sacrificossi’ (v. 80), ‘ognor’ (v. 128)
-latinismi: ‘beato’ (v. 1), ‘Eupili’ (v. 2), ‘aere’ (v. 5 e v. 87), ‘egri’ (v. 10), ‘innocente’ (v. 44) ‘onusta’ (v.47), ‘beata’ (v. 46), ‘per ogni loco’ (v. 87), ‘lari’ (v. 97), ‘estivo die’ (v. 106)
-grecismi:
-reminiscenze letterarie: ‘Pera’ (v. 25), ‘colui del fiume Stige’ (v. 31-32), ‘celebrerò col verso’ (v. 52): tema della poesia celebrativa; ‘Temi (dea della giustizia)’ (v. 115), ‘l’util può unire al vanto di lusinghevol canto (reminiscenza di Orazio)’ (v. 132)
-termini che evocano forti sensazioni fisiche: ‘nel tuo seno m’accogli’ (v. 3-4), ‘malnati pallori’ (v.38), ‘languenti cultori’ (v. 40), ‘fatiche’ (v. 47), ‘soavi e cari sensi pungon le nari’ (v. 89-90), ‘beve l’aura molesta’ (v. 114)
-aggettivi esornativi: ‘polmon capace’ (v. 7), ‘impuro letto’ (v. 20), ‘triste, (oziose acque)’ (v. 26), ‘orribil bitume’ (v.33), ‘malnati pallori’ (v.38), ‘fra il bruno e il rubicondo’ (v. 60), ‘crudo fasto’ (v. 82), ‘frequenti vie’ (v. 104), ‘calda fantasia’ (v. 129)
2. Livello sintattico:
-sintassi: la costruzione sintattica dei periodi risulta essere spesso complessa, grazie all’uso di abbondanti subordinate ma soprattutto di frequentissime inversioni nel normale ordine delle parole all’interno della frase. Questo tipo di costruzione viene utilizzato da Parini dal momento che i suoi modelli di riferimento appartengono alla letteratura classica: infatti, spesso le sue frasi ricalcano la struttura del periodo latino, con, ad esempio, il verbo al termine della frase, oppure il complemento di specificazione che precede il sostentivo a cui è riferito.
-inversioni: ‘nel tuo seno m’accogli’ (v. 3-4), ‘il petto avido inondi’ (v. 6), ‘le forze rintegra’ (v. 11), ‘l’animo rallegra’ (v.12), ‘alta di monti schiena’ (v. 16), ‘nuvol di morbi infetto’ (v. 22), ‘a le triste…la mia cittade espose’ (v. 26-27-28), ‘che radunar gli piacque’ (v.36), ‘Mira…i languenti cultori’ (v.31-32-33-34), ‘quest’aura respirate rotta e purgata’ (v. 62), ‘ben larga ancor natura fu a la città superba di cielo e d’aria pura’ (v. 67-68-69), ‘putridi stagni avesse’ (v. 74), ‘il timo e il croco e la menta…l’aere…irraggia’ (v. 85-86-87-88), ‘d’umor fradici e indiscreti versano fonti indiscrete’ (v. 99-100), ‘del cittadin su l’orme’ (v. 107), ‘cadde il sole’ (v. 109), ‘ondeggiar fa il petto’ (v. 126)

La salubrità dell'aria di Parini: comprensione e analisi del testo

LA SALUBRITA' DELL'ARIA: ANALISI METRICA PRIMA STROFA

3. Livello metrico:
-enjambements: ‘scende / quest’etere vivace’ (v. 8-9), ‘il meriggio…asciuga’ (v. 23-24), ‘ebbe a vile / la salute civile’ (v. 29-30), ‘colui del fiume / di Stige ora s’impaccia’ (v.31-32), ‘Mira…i languenti cultori’ (v.31-32-33-34), ‘io...passerò’ (v. 43-45), ‘trasse gli scelerati / rivi’ (v. 77-78), ‘l’aere…irraggia’ (v. 87-88) ‘i lari plebei…versan fonti indiscrete’ (v. 97-100), ‘spenti animai…empion’ (v. 103-106), ‘sì vivo e schietto / aere’ (v. 125)
4. Livello retorico:
-anafora: ‘e…e…e…’ (v. 55-57-59)
-litote: ‘non mai’ (v. 55)
-metonimia: ‘crescente pane (=grano che cresce nei campi)’ (v. 56), ‘lari plebei (=le case dei poveri)’ (v. 97)
-perifrasi: ‘al pasto d’ambiziose mute (v. 80-81)
-sineddoche: ‘crete (=vasi)’ (v. 98)
-personificazione: ‘i lari (=case) plebei…versan fonti indiscrete’ (v. 97-100)
-poliptoto: ‘belle..bel’ (v. 122-123)

La salubrità dell'aria: riassunto

LA SALUBRITA' DELL'ARIA: COMPRENSIONE DEL TESTO

• Proposte di lavoro:
1) -città: ‘triste, oziose acque’ (v. 24-25), ‘fetido limo’ (v.25), ‘città superba’ (v. 68), ‘lusso e l’avarizia e la stolta pigrizia’ (v. 71-72), ‘gran palagi’ (v. 91), ‘sali malvagi ammorba l’aria lenta’ (v. 92-93), ‘sublimi case’ (v. 96), ‘d’umor fradici e indiscreti versano fonti indiscrete’ (v. 99-100), ‘frequenti vie’ (v. 104), ‘aliti corrotti’ (v. 106), ‘vaganti latrine’ (v. 110), ‘aura molesta’ (v. 114)
-campagna: ‘beato terreno’ (v. 1), ‘etere vivace’ (v. 9), ‘il bel paese’ (v. 15), ‘né qui giacciono paludi’ (v.19), ‘bei colli’ (v.23), ‘colli ameni’ (v.43), ‘bel clima innocente’ (v.44), ‘dì sereni’ (v. 45), ‘beata gente’ (v. 46), ‘pure linfe’ (v. 49), ‘fresc’ombra’ (v. 50), ‘dolci tempre’ (v. 62), ‘aura rotta e purgata’ (v. 63-64), ‘venti fuggitivi e limpidi rivi’ (v. 65-66), ‘il timo e il croco e la menta selvaggia’ (v. 85-86), ‘belle colline, bel lago’ (v. 122-123), ‘sì vivo e schietto aere’ (v. 125)