E per sempre fratello addio

Appunto inviato da ombry204
/5

Breve analisi della poesia di Giorgio Caproni (2 pagine formato doc)

In questa poesia l'interlocutore non è una persona qualunque, ma è rappresentato da Piero, il fratello defunto dell'autore.
Si può affermare che l'"io" lirico coincide con l'autore, infatti l'"io" lirico racconta delle esperienze e delle sensazioni che l'autore ha vissuto realmente.
Inoltre Giorgio Caproni evidenzia le parole gelo, io e solo, servendosi della posizione che queste occupano nei versi.

Le parole, in poesia, assumono due tipi diversi di significato: quello denotativo e quello connotativo.
Il primo è il significato vero e proprio del termine, il secondo sono i vari significati che la parola può assumere a seconda del contesto.
Il significato denotativo delle parole evidenziate dall'autore è il seguente:
Gelo: freddo intenso, tale da far ghiacciare l'acqua.

Io: pronome personale maschile e femminile di prima persona che indica la persona che parla.
Solo: colui che si sente isolato o abbandonato.
Il significato connotativo dei termini evidenziati può essere, invece, interpretato da ogni lettore.
Secondo me il significato che l'autore voleva dare a queste parole è il seguente:

Gelo: freddezza del corpo defunto, la freddezza della tristezza e della solitudine, il gelo accoppiato all'inverno può essere paragonato alla morte (d'inverno gli animali vanno in letargo e le piante perdono le foglie, cosa che può essere considerata come una morte momentanea).