La struttura de Il principe

Appunto inviato da gavaluna
/5

la Dedica, Capitoli I, VI, VII, XV, XVIII, XXV e XXVI (9 pagine formato doc)

La struttura de Il principe- E' un pamphlet ossia un libello di non grande estensione, scritto per intervenire nella crisi politica ed militare italiana e che mira ad un dibattito di attualità.
È stata dedicata inizialmente a Giovanni De Medici, con la sua morte lo dedica a Lorenzo, figlio di Pietro. È diviso in 26 capitoli: 
1 1-11 tratta i diversi tipi di principato in particolare di quelli nuovi.
2 12-14 parla delle armi mercenarie e le giudica negativamente. 
3 15-23 è centrata sulle caratteristiche del principe.
4 24-26 rappresenta l'esortazione finale ai Medici. Ha uno stile diverso dai precedenti, pieno di pathos e si abbandona l'argomentare estremamente logico. 
Scrive in un momento di profonda crisi politica-militare italiana.
Gli stati italiani sono in balia dei conflitti interni e delle potenze europee che si stanno rafforzando. Si rivolge ad un principe che metta in pratica ciò che dice. Avverte la necessità di intervenire nel quadro di crisi italiana tenendo conto della “realtà effettuale” e non dell'idea di realtà. 


DEDICA 
<<L'esperienza delle cose moderne e la lezione delle antique>>
 Nella dedica Machiavelli imita un discorso di un retore greco, Isocrate, che scrive a Nicloche come si governi una città. Questo testo greco fu tradotto da Erasmo da Rotterdam. Si tratta di uno specula principis che offre un modello di comportamento ideale. Machiavelli vuole mettere in luce ciò che avviene realmente nella politica e non delineare degli Stati ideali.