Struttura dell'Inferno di Dante

Appunto inviato da kekkodis
/5

Struttura Inferno di Dante: com'è diviso l'inferno dantesco (1 pagine formato doc)

STRUTTURA INFERNO DANTE

La struttura dell'Inferno di DanteL’inferno descritto da Dante ha la forma di un imbuto.


È una voragine che si apre poco distante dalla città di Gerusalemme. Tale voragine è stata creata dalla caduta di Lucifero sulla Terra, quando la sua ribellione a Dio fu sconfitta.
Subito dopo la porta dell’Inferno si apre l’Antinferno in cui sono confinati gli ignavi e gli angeli che, quando Lucifero si ribellò a Dio, non presero posizione.
L’Inferno ha inizio al di là del fiume Acheronte, oltrepassato dai dannati sulla barca di Caronte ed è diviso in nove cerchi.

Il primo cerchio è noto con il nome di Limbo. Vi si trovano i non battezzati che sono stati umanamente grandi e i bambini morti senza aver ricevuto il battesimo.

Schema dell'inferno dantesco

DIVISIONE INFERNO DANTESCO

Il secondo, il terzo, il quarto e il quinto cerchio ospitano i peccatori per incontinenza: lussuriosi (secondo cerchio), golosi (terzo), avari e prodighi (quarto), iracondi e, forse, accidiosi (quinto).
Si entra poi nella città di Dite.
Subito dopo le mura della città, il sesto cerchio contiene gli eretici e i miscredenti (epicurei).
Nel settimo cerchio ci sono i violenti – la cui violenza può essere diretta alla persona o alle cose – suddivisi in tre gironi: violenti contro il prossimo (omicidi, predoni e tiranni); violenti contro se stessi (suicidi e scialacquatori); violenti contro Dio (bestemmiatori, sodomiti e usurai).
L’ottavo è il cerchio della frode contro chi non si fida, frode che assume differenti aspetti, puniti in dieci fossati o bolge (Malebolge), dove si trovano in rigorosa successione: seduttori e ruffiani, adulatori, simoniaci, indovini, barattieri, ipocriti, ladri, consiglieri fraudolenti, seminatori di discordie, falsari.
I traditori (fraudolenti contro chi si fida) sono infine puniti nelle quattro zone del nono cerchio: Caina (traditori dei parenti), Antenòra (della patria), Tolomea (degli ospiti) e Giudecca (dei benefattori).

Struttura canti dell'Inferno

STRUTTURA FISICA E MORALE DELL'INFERNO

Nell’abisso più profondo è conficcato Lucifero, nelle cui tre bocche sono maciullati i peggiori peccatori: Giuda, che tradì Cristo, e Bruto e Cassio che, uccidendo Cesare, tradirono l’Impero.
Lucifero è conficcato al centro del nostro pianeta, ed emerge con il busto da un lago ghiacciato. Lungo le sue gambe si apre una galleria (la «natural burella») che conduce in superficie, sulla spiaggia che circonda la montagna del Purgatorio.
Nei nove cerchi dell’Inferno sono punite le diverse categorie di peccati, secondo la regola del contrappasso, in base alla quale la pena corrisponde al peccato commesso, per analogia o per contrasto.