Tasso: Contesto storico culturale

Appunto inviato da galatriel
/5

Appunti su Torquato Tasso, la Biografia e sulla Gerusalemme Liberata. (5 pagine formato doc)

Untitled Eventi significativi Con la discesa dell'esercito Francese di Carlo VII in Italia nel 1494 e quella successiva di Luigi XII d'Orléans nel 1499 inizia per l'Italia un periodo di dominazione straniera che si protrae fino a buona parte del 600.
Questa situazione sancisce la crisi della libertà italiana nonché un lungo periodo di guerre sia interne tra i rivali stati italiani (è nota la lega di Cambrai1508 volta a frenare la crescita di Venezia); sia tra Francia e Spagna per la dominazione della penisola, alle quali si era aggiunto anche l'impero Asburgico dopo che era stato eletto imperatore Carlo V figlio di Filippo D'Asburgo e Giovanna di Spagna. Nel 1527 costui aveva messo a Sacco Roma allo scopo di cacciare la Francia (cosa che ottenne con la pace di Cambrai1529).
Il conflitto terminò però solo con la Pace di Cateau-Cambresis1559. Infine vi erano anche guerre esterne con i Turchi, contro i quali venne promossa la lega antiturca da papa Pio V, che terminarono nel 1571 con la Battaglia di Lepanto che sancì la vittoria della cristianità contro l'”altro”. Il 500 è anche il secolo delle grandi scoperte geografiche e dell'invenzione della stampa. Riforma e Controriforma Il coinvolgimento della chiesa nei conflitti portò ad una progressiva laicizzazione del clero che fu subito sentita come negativa. La protesta contro la degenerazione e la mondanità della Chiesa degenerò con la vendita delle indulgenze promossa da Leone X che scatenò la rivolta del monaco agostiniano Martin Lutero che nel 1517 affisse 95 tesi relative a questioni dottrinali dando inizio alla Riforma Luterana o Protestante, seguita in molti paesi ma soprattutto in Germania. La Chiesa non reagì bene e nel 1521 scomunicò il monaco, tuttavia riconobbe la necessità di un rinnovamento fu così che il Concilio di Trento promosse un movimento di Controriforma volto a riportare il clero alla purezza. Contemporaneamente però la Chiesa iniziò anche un movimento antiereticale e antiprotestante e assunse un atteggiamento difensivo e decise di mettere in campo strumenti per il controllo dei movimenti religiosi e intellettuali come l'Inquisizione e l'Indice dei libri proibiti (profani). In Germania si verificò un vero e proprio scontro tra cattolici e protestanti che fu attenuato dall'imperatore Carlo V nella Dieta d'Augusta1555 dove venne stabilito il cuius regio eius religio secondo il quale i sudditi dovevano seguire la religione del proprio sovrano. Anche negli altri paesi europei nacquero nuove confessioni che diedero vita a diversi scontri. La corte Una generale decadenza caratterizzò gli stati italiani sopravvissuti all'egemonia spagnola e alla Controriforma. Nelle corti arrivò una nuova mentalità e diventarono luoghi feroci: le condizioni economiche e di potere dei vari signori non erano più tali da consentire lo splendido mecenatismo di 50 anni prima; le speranze dell'espansione del mercato librario vennero abbattute dalle rinnovate censure ecclesiastiche e laiche, perci