Il tema della violenza e della morte in Rosso Malpelo

Appunto inviato da biancapesenti96
/5

Breve elaborato che analizza la famosa novella di Verga (1 pagine formato doc)

Gandhi diceva che due cose al mondo lo hanno da sempre colpito: l'intelligenza degli animali e la brutalità degli uomini. Rosso Malpelo, all'interno di questa novella, è visto come un miscuglio di cattiveria e bontà, di pietà e spietatezza, di crudeltà e magnanimità.
Egli sa essere davvero spietato, ma la sua cattiveria vuole essere la risposta alla perfidia degli altri, la vendetta del disperato contro la malvagità degli uomini.

Questo istinto di rivolta nasce nel ragazzo quando vede il padre sfruttato e deriso e, da quando poi assiste alla morte del babbo tanto amato, travolto dalla rena traditrice in mezzo all'indifferenza di tutti, diventa ancora più cupo e maligno del solito. Malpelo non ha mai sentito una carezza della madre, un abbraccio della sorella, è da sempre stato costretto a lavorare nella cava, senza mai poter gustare l'azzurro del cielo o il verde dei campi, e per questo ha elaborato una filosofia particolare: lui lascia che gli altri lo picchino senza pietà, si rassegna a sopportare le percosse, ma intanto impara a picchiare più forte, per poi riuscire a vendicarsi a suo modo, di soppiatto..