Il Tibet

Appunto inviato da trollo95
/5

Note sintetiche sulle geografia dell'altopiano del Tibet, tra l'India e la Cina (1 pagine formato doc)

IL TIBET di Stella


Il Tibet, l'altopiano più alto del mondo, confina a nord con la Cina, a sud con il Bhutan e il Nepal, ad est con la Cina e ad ovest con il Nepal.
Il clima è molto rigido a causa dell'altitudine, la piovosità è scarsa.


I fiumi principali sono l'Isangpo (alto Brahmaputra), dove sono presenti foreste di conifere e di latifoglie, Saluen, Indo, Yang-tsè-Kiang. La flora è scarsa. Come fauna troviamo il macaco tibetano, l'orso dal collare, la rosellania e il cervo. L'animale più importante per i tibetani è lo yak perché fornisce latte e burro.
Una loro specialità è il tè di burro di yak che consumano molto, come noi usiamo l'acqua: per bere, per cuocere la minestra, per lavare ecc.

Si coltivano piselli, cipolle, miglio, riso, mais e lo tsingko con cui fanno lo tsampo e lo usano come noi usiamo il pane.

Ci sono industrie alimentari, del cemento, del vetro e industrie minerarie da cui si ricavano ferro, zinco, rame, oro, molipteno e piombo.

Lhasa è la capitale, situata a 3650 m d'altezza; è sempre stata la meta di pellegrinaggi essendo una città molto spirituale tanto che nell'antichità era vietata agli stranieri. Lhasa è divisa in 3 parti: l'insediamento cinese, l'area tibetana e l'area mussulmana.