Il romanzo di Tristano e Isotta di Joseph Bedier: riassunto breve

Appunto inviato da jeko8000
/5

Il romanzo di Tristano e Isotta: riassunto breve del libro di Joseph Bédier con tematiche, biografia dell'autore e contenuti storici (2 pagine formato docx)

IL ROMANZO DI TRISTANO E ISOTTA DI JOSEPH BEDIER: RIASSUNTO BREVE

Riassunto Tristano e Isotta: Tristano prende questo nome per la sua triste situazione di orfano con la madre che muore subito dopo il parto.

Egli viene accolto e cresciuto dallo zio materno, Re Marco di Cornovaglia che lo considera come un figlio. Vi era nel regno una triste situazione a causa dell’ imposizione del Re d’ Irlanda di farsi consegnare, ogni anno, trecento fanciulli e trecento fanciulle: l’ inviato del Re per esigere questo tributo era suo fratello Moroldo, essere mostruoso e forte. Per porre fine a questa imposizione, Tristano affronta in un’ isola sperduta Moroldo in un combattimento all’ ultimo sangue.
Tristano uccide il mostro, ma resta a sua volta ferito dalla spada avvelenata del suo avversario.

Riassunto di Tristano e Isotta


RIASSUNTO TRISTANO E ISOTTA BREVE

Egli ritorna presso Re Marco, ma poiché nessuno riesce a guarirlo dalla ferita, viene posto su una zattera e abbandonato nel mare. In balia delle correnti la zattera naufraga sulle sponde dell’ Irlanda dove viene accolto e curato da Isotta la Bionda, bellissima figlia del Re d’ Irlanda. Tristano scopre che Moroldo era il fratello del Re e quindi lo zio di Isotta. Per evitare di essere riconosciuto dopo circa quaranta giorni e dopo la guarigione ritorna presso Re Marco.
I baroni del regno, invidiosi di Tristano che potrebbe succedere al Re, invitano quest’ ultimo cercarsi una sposa che gli dia un erede al trono. In questo frangente il re vede un capello biondo portato da due rondini e dichiara che sposerà la ragazza a cui quel capello biondo appartiene. Tristano capisce che il capello appartiene a Isotta la Bionda e si propone al Re per andarla a prendere in Irlanda. Giunto lì Tristano scopre che per sposare Isotta la Bionda è necessario uccidere un drago mostruoso. Tristano lo uccide e gli taglia la lingua per dimostrare la riuscita dell’ impresa; tuttavia la lingua con un suo veleno lo intossica e quasi lo porta alla morte. Nel frattempo un impostore trova il drago morto e gli taglia la testa per dimostrare che è stato lui a compiere l’ impresa. Isotta la Bionda non volendo sposare costui e dubitando delle sue parole va in cerca della verità e incontra Tristano ancora vivo.

Tristano e Isotta: riassunto breve


TRISTANO E ISOTTA RIASSUNTO BREVE FRANCESE

Mentre Tristano è convalescente Isotta scopre che egli è l’ assassino di suo zio Moroldo e vorrebbe ucciderlo: Tristano però riesce a convincerla a seguirlo in Cornovaglia dove dovrà sposare Re Marco. Prima di partire per la Cornovaglia la mamma di Isotta le prepara una pozione e poi la da in consegna alla serva di Isotta che avrebbe dovuto fare innamorare i due sposi se l’ avessero bevuta insieme. Durante la navigazione però, Isotta beve la pozione  credendo che sia vino e ne offre una parte a Tristano che cade nello stesso errore. La serva pentita per la sua mancata vigilanza sull’ ampolla nel tentativo di salvare la sua padrona sacrificò la sua virtù giacendo con Re Marco. Scoperta viene condannata a morte da Isotta e dal re ma i servi incaricati dell’ esecuzione le risparmiano la vita. Nel frattempo Tristano e Isotta si incontrano di nascosto e ingannano i baroni che li sorprendono. In seguito Tristano, che era stato cacciato dal castello, viene riammesso a corte da Re Marco. I baroni non si rassegnano e continuano a tramare contro di loro e ingaggiano un nano per scoprire i due amanti. Quest’ ultimo con un abile espediente riesce a scoprire che i due sono amanti. Per questo tradimento, Re Marco li condanna a morte; tuttavia Tristano con uno stratagemma riesce a fuggire, mentre Isotta affinché la sua punizione sia più lunga e terribile viene consegnata ai lebbrosi. In seguito Tristano uccide il capo dei lebbrosi, libera Isotta e insieme a lei si rifugia in un bosco dove vivono per parecchio tempo. Re marco, avvertito da un guardaboschi, li raggiunge nel bosco, ma vedendo la spada tra i due pensa che la loro unione sia virtuosa e casta e quindi non li uccide.