Marziale

Appunto inviato da schiuss
/5

Un riasssunto ideale per prepararsi ad un'interrogazione o a un compito in classe! (1 pagine formato pdf)

Marziale nasce in spagna intorno al 40 d.C.
vale a dire una ventina di anni prima di Giovenale.
Nel 64 d.C. si trasferì a Roma e strinse amicizie importanti come quelle con Giovenale e Quintilliano.
Opere
L’inaugurazione nell’80 d.C. dell’anfiteatro Flavio da parte dell’imperatore Tito fornì a Marziale l’occasione per comporre un primo libro di una trentina di epigrammi, il Liber de spectaculis, che descrive i giochi e gli
spettacoli tenutisi durante la manifestazione.
Sotto Domiziano poi, quindi tra l’84 e l’85 d.C. iniziò a comporre brevissimi epigrammi di accompagnamento a doni di varia natura da scambiare nelle festività dei Saturnali.
Infine, a partire dall’86 per giungere al 98 d.C.
pubblicò undici libri di epigrammi con cadenza annuale.
Epigrammi
Il metro prevalente usato nell’epigramma di Marziale è il distico elegiaco.
All’interno della sua produzione tuttavia si possono distinguere alcuni filoni fondamentali, primo fra tutti l’epigramma comico-realistico che colpisce difetti fisici, vizi umani, delineando un quadro caricaturale della
società del tempo.
Nello schema tipico dell’epigramma di Marziale si distinguono di norma una prima parte descrittiva o narrativa che ha il compito di presentare una situazione e una battuta finale inattesa e pregnante che condensa il succo del testo. Il numero di versi è sempre ristretto.