Seneca: teatro

Appunto inviato da karmina
/5

riassunto sulle tragedie e lo stile di Seneca (1 pagine formato doc)

Seneca: teatro.

Il teatro. Tragedie più una praetexta; -esse sono state composte a partire dagli anni dell'educazione di Nerone fino al momento del ritiro a vita privata; -argomenti tratti dalle opere greche , soprattutto da Euripide -Aemulatio e libero confronto con la produzione tragica arcaica latina -miti più orripilanti e macabri del repertorio classico, storie sconvolgenti personaggi sanguinari e situazioni dense di infelicità, odio e passioni violente -tono costantemente declamatorio: lo scrittore intende parlare attraverso i suoi personaggi, come se volesse comunicare con insistenza il suo messaggio

Leggi anche Lo stile di Seneca

-teatro d'avanguardia, “sperimentale” tendente a trovare soluzioni drammatiche diverse da quelle tradizionali e soprattutto proteso a riflettere i caratteri più tipici dell'età neroniana, come il barocchismo e il gusto per l'orrore -problema della rappresentabilità delle tragedie di S: fino a poco tempo fa si pensava che le tragedie erano destinate esclusivamente alla lettura,

Leggi anche Riassunto opere di Seneca

per la difficoltà di rendere sulla scena certi fatti straordinari: non si hanno veri sviluppi drammatici, la tensione appare precostituita, si basa più sugli effetti teatrali che sul dipanarsi degli eventi e il dialogo vero e proprio è spesso assente, sostituito da lunghe tirate che hanno il carattere di soliloquio, ma se S ha scritto drammi e non declamazioni è perché voleva che fossero rappresentati su un palcoscenico, inoltre bisogna ricordare che la rappresentazione scenica di un episodio di sangue risulta più impressionante per uno spettatore che una semplice descrizione per il lettore.

.