Il lupo e l'agnello, Fedro.-

Appunto inviato da elenina66
/5

Questa favola è per quegli uomini prepotenti che per mezzo di falsi pretesti opprimono gli innocenti (formato word pg 1) (0 pagine formato doc)

IL LUPO E L'AGNELLO IL LUPO E L'AGNELLO.
(Da Fedro). Il lupo e l'agnello erano venuti allo stesso ruscello, spinti dalla sete. Il lupo stava in alto, l'agnello stava di gran lunga più in basso. Allora il malfattore, incitato dalla fame, portò una causa di litigio. “Perché, disse, hai reso l'acqua turbolenta a me, che sto bevendo?” L'agnello impaurito rispose: “Come posso, di grazia, fare ciò di cui ti lamenti, o lupo? L'acqua scorre da te alla mia bocca”. Il lupo, vinto dalla forza della verità disse: “Sei mesi fa hai detto del male di me”. L'agnello rispose: “Ma se non ero neanche nato!”.
“Tuo padre, per Ercole, disse il lupo, disse del male di me”. E così afferra l'agnello e lo sbrana ingiustamente. Questa favola è per quegli uomini prepotenti che per mezzo di falsi pretesti opprimono gli innocenti. da Fedro.