Pseudolo, Plauto

Appunto inviato da
/5

Riassunto di Pseudolo di Plauto.(1 pagg., formato word) (0 pagine formato doc)

PSEUDOLO PSEUDOLO Calidoro è innamorato della cortigiana Fenicia, e per comprarla al suo lenone Ballione che l'ha messa in vendita ha bisogno di mine d'argento.
Il lenone però, dopo averla promessa a Calidoro, la vende ad un soldato macedone, Polimacheroplagide, che gli versa 15 mine come anticipo. Lo schiavo Pseudolo vuole aiutare il suo padroncino a trovare i soldi necessari, e non nasconde il suo intento neanche al padre di lui, Simone, con cui anzi scommette che riuscirà ad ottenerli da lui: se vi riuscirà, vincerà 20 mine d'argento e verrà affrancato. Simone mette in guardia Ballione, dicendo che l'astuto Pseudolo trama contro di lui.
Un giorno Pseudolo, davanti a casa di Ballione, s'imbatte in Arpace, attendente del militare macedone, che porta al lenone le 5 mine, e si spaccia per Siro, un servo del lenone, senza però riuscire a farsi dare i soldi. Arpace dice però dove alloggia, e gli chiede di avvertirlo quando il suo padrone sarà tornato. Pseudolo ottiene poi l'aiuto di Carino, amico di Calidoro, che gli affida il suo servo Scimmia perché reciti la parte di Arpace, e gli presta 5 mine d'argento. Pseudolo conduce Scimmia da Ballione, che gli affida Fenicia. Dopo di che, Ballione dice a Simone di essere molto sollevato perchè Fenicia finalmente è stata venduta, e all'amico, incredulo, promette 20 mine se Pseudolo riuscirà a consegnare la ragazza a suo figlio. Giunge in quel momento Arpace, e Ballione e Simone pensano che lui sia un uomo mandato da Pseudolo. Alla fine l'inganno si svela, e Simone dà le 20 mine a Pseudolo.