APULEIO

Appunto inviato da xchiarettax
/5

appunti su Apuleio... letteratura latina...Vita e Opere (4 pagine formato doc)

Apuleio APULEIO Vita Le notizie riguardo alla vita di A.
provengono unicamente dalle sue opere, Apologia e Florida, ma i contemporanei non ne parlano. Apuleius nacque verso il 125 d.C. a Madaura provincia africana da una famiglia di condizione elevata: ricevettero una cospicua eredità dal padre, ex-duumviro, carica di alta magistratura. Compì i suoi studi inizialmente a Cartagine, poi ad Atene. Viaggiò a lungo spinto dalla curiositas: in Grecia, in Oriente ellenizzato, esercitando l'attività di pubblico conferenziere. Durante le peregrinazioni venne iniziato a culti misterici e salvifici, molto diffusi al tempo. Nell'anno 155 o 156 si reco' all'odierna Tripoli dove incontrò Sicinio Ponziano e sposo' sua madre Pudentilla molto ricca: 3 anni dopo fu accusato di averla costretta al matrimonio con arti magiche e dovette affrontare un processo pronunciando l'autodifesa, l'Apologia o De Magia.
Probabilmente fu assolto. L'imputazione era pero' molto grave: la magia era punita con una legge sillana dell'81 d.C. che prevedeva la pena di morte. In seguito tornò a Cartagine dove forse proseguì la sua carriera di oratore. Dopo il 170 non abbiamo più notizie di lui. Apuleio è un classico esempio di intellettuale cosmopolita e bilingue(greco e latino) dell'epoca. Conosce benissimo solo un'arte: quella della parola. Opere Opere perdute: tutte quelle in lingua greca, alcune in lingua latina come gli Hymni in Aesculapium, i Ludicra, i Carmina amatoria(di cui sopravvivono 9 senari x l'invio di un dentifricio e 2 epigrammi). Perdute anche le opere scientifiche ed erudite in prosa. Opere spurie o dubbie: il dialogo Asclepius, i trattati De herbarum medicaminibus, De remediis salutaribus. Dubbio è anche il trattato latino di logica Perì hermeneias. Opere conservate: l'Apologia, i Florida (raccolta di 23 brani oratorii), i trattati filosofici De Platone ed eius dogmate, De deo Socratis, De mundo, i Metamorphoseun libri e Asinus Aureus, l'unico romanzo latino a noi pervenuto integro. Eloquenza e filosofia Il De magia (o Apologia) è l'unica orazione giudiziaria di età imperiale a noi pervenuta. Forse il dialogo che leggiamo è pero' frutto di una rielaborazione successiva. L'orazione è suddivisibile in 3 parti, corrispondente a 3 punti fondamentali: A. respinge una serie di accuse minori, intese a provare la dissolutezza dei suoi costumi. Affronta il capo d'accusa principale e cerca di sfatare le false credenze diffuse dicendo che sono esperienze mediche, studi zoologici e atti di devozione religiosa. Si entra nel merito dei fatti accaduti a Tripoli e legati al matrimonio. Fin dall'inizio Apuleio mostra la disinvolta sicurezza di chi si sta accingendo ad un compito fin troppo facile, di demolire un castello di inconsistenti accuse. Anche se la difesa si fonda sulla dimostrazione che il testamento è rivolto a lasciare l'eredità al figlio A. si basa sull'esibizione della propria schiacciante superiorità culturale, adoperando per la difesa la sua abilità oratoria. Ricorre