Adelphoe - Monologo di Micione

Appunto inviato da kebabbaro
/5

Adelphoe - Monologo di Micione. Testo latino (versi 26-77) con traduzione italiana letterale (tra parentesi formule per resa più libera) con note. (3 pagine formato pdf)

Storace! Stanotte Eschino non è ritornato dalla cena
E nessuno dei servetti che gli erano andati incontro
Senza dubbio giustamente dicono questo: se sei andato da qualche parte o se là hai fatto tardi, è meglio che ti capitino quelle cose
che ti augura e che pensa nell’animo suo tua moglie 
irata, piuttosto che quelle cose (che pensano) i genitori amorevoli.


Una moglie, se fai tardi, o pensa che tu ami (un’altra)
o che tu sia amato, oppure che bevi (sei a bere) e che segui il tuo animo (ti fai i fatti tuoi)
e che stai bene (te la passi bene), mentre a lei sola è male (mentre lei sola sta male).


Io dal momento che il figlio non ritorna quali cose che penso
e da quali cose sempre sono preoccupato! Che quello non abbia preso freddoo che non sia caduto da qualche parte o che si sia spezzato qualcosa.


Vah! Possibile che un uomo faccia posto nel suo cuore 
o si procuri qualcosa che gli è più caro di se stesso (a se stesso)?
E questo non è nato da me ma da mio fratello
Che è di indole tanto diversa già fin dall’adolescenza:
Io ho intrapreso una vita tranquilla in città e l’ozio
E cosa, che codesti reputano una fortuna, 
non mi sono mai sposato. 
.