Annales-Historie

Appunto inviato da alicemacchia
/5

Caratteri generali di Annales ed Historie di Tacito, confronto tra le opere e confronto con altri storici del tempo (2 pagine formato doc)

Purtroppo gli Annales e le Historie ci sono giunti mutili dal momento che nel quarto secolo ci fu la conversione del metodo di scrittura dal rotolo di pergamena al cotone.
Nel passaggio ci fu la perdita di molti scritti--> 5 pergamene= 1 codice: non è un caso che i libri (1 libro=1 rotolo) ci siano giunti o meno a gruppi di 5.

Stile: in entrambe brevitas = stile essenziale, brachilogia, ancora più forte, dice meno dell'essenziale;
inconcimnitas = disordine, disarmonia dello stile (che è riflesso di una visione del mondo cupa (insensatezza dei fatti), tragica, drammatica. Un esempio è la variatio, ossia l'uso di due costrutti completamente diversi per una finale.
Negli Annales questi elementi sono più accentuati che nelle Historie perchè Tacito è maturato e la sua visione del mondo si è incupita.
Il linguaggio è talvolta poetico, con figure retoriche e termini di registro alto--> la storiografia è considerata un genere letterario alto.

Historie     Annales
Si parla di 27 anni in (si pensa) 14 libri: c'è un ritmo veloce anche se gli anni sono pochi, essi sono densi di fatti da narrare--> molto materiale.    Si parla di 54 anni in 16 libri: c'è un ritmo lento e nonostante gli anni furono molti ci furono pochi fatti da narrare.
Possediamo i primi 5 libri che coprono il periodo di guerra civile del 69 D.C.   A noi sono giunti solo i libri 1-6 (mutili) e 11-16, che vanno dalla fine del regno di Claudio alla fine di Nerone (14-68).