La morte del passero: traduzione del carme 3 di Catullo

Appunto inviato da epris
/5

Traduzione del carme 3 di Catullo, conosciuto come la morte del passero (1 pagine formato doc)

LA MORTE DEL PASSERO: TRADUZIONE DEL CARME 3 DI CATULLO

Carme 3 di Catullo.

«Piangete, Venere e Amori e quanti siete uomini aggraziati! E morto il passero della mia donna! O passero, gioia della mia donna, che ella amava più degli occhi suoi: era dolce e conosceva la sua padrona come una bimba la mamma, non si staccava dal suo grembo, ma saltellando qua e là pigolava sempre alla sola padrona. E ora s’avvia per una via tenebrosa, da dove dico¬no che nessuno faccia ritorno.
Ma accidenti a voi, cattive tenebre dell’Orco, che divorate ogni cosa bella: mi avete strappato via un passero tosi bello! Oh, che sciagura! O povero passero! Adesso per colpa tua gli occhi della mia donna, gonfi di pianto, sono tutti un rossore».

Catullo carme 2: commento e analisi grammaticale