Cesare - De bello Gallico - Geografia della Gallia

Appunto inviato da redazione
/5

Cesare - De bello Gallico - Geografia della Gallia.(1 pagg., formato word) (0 pagine formato doc)

GEOGRAFIA DELLA GALLIA GEOGRAFIA DELLA GALLIA La Gallia è tutta divisa in tre parti, di queste una la abitano i Belgi, l' altra gli Aquitani, la terza (è abitata) da quelli che nella loro lingua (sono) i Celti, da noi sono chiamati Galli.
Tutti questi differiscono tra loro per lingua, per istituzione e per leggi. Il fiume Garonna divide i Galli dagli Aquitani, la Marna e la Senna (li divide) dai Belgi. Tra tutti questi i più forti sono i Belgi, poiché sono i più lontani dalla cultura e dalla civiltà della nostra provincia e assai di rado i mercanti giungono a loro e (non) importano (quindi) quelle cose che mirano ad infiacchire gli animi e sono prossimi ai Germani che abitano oltre il Reno, con i quali sono continuamente in guerra. Per ciò gli Elvezi superano per valore anche gli altri Galli, poiché quasi quotidianamente vengono alle mani coi Germani, quando o li tengono lontani dai loro confini o quando questi fanno guerra nei loro confini.
Una di queste parti, che si è detto che abitano i Galli, inizia dal fiume Rodano, è delimitata dal fiume Garonna, dall' Oceano, dai confini Belgi, tocca anche il fiume Reno dalla parte dei Séquani e degli Elvezi, è rivolta verso nord. Il territorio dei Belgi fino al più lontano della Gallia si estende sino al corso inferiore del fiume Reno ed è rivolto a nord est. L' Aquitania si estende dal fiume Garonna fino ai monti Pirenei e a quella parte di Oceano che è (volta) verso la Spagna; è rivolta verso nord ovest.