"Cesare" di Plutarco

Appunto inviato da fenilxxx
/5

Riassunto dell'opera, definizione del genere, particolari importanti e confronto con opere precedenti. (4 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

Untitled MERIGGIO ALBERTO CLASSE IIIC TITOLO: "???σ?ρ" (Cesare) AUTORE: Plutarco (46c.a.-127c.a.) EDIZIONE CONSULTATA: Bergamo, 1994, B.U.R.
(Biblioteca Universale Rizzoli) RIASSUNTO: Caio Giulio Cesare, romano appartenente ad una nobile famiglia decaduta, la gens Iulia, entra in conflitto con Silla, dittatore a Roma tra l' 82 e il 79 a.C., per aver contratto matrimonio con una parente del suo acerrimo e ormai defunto nemico Mario. Costretto a fuggire dalla città, Cesare si reca in Bitinia, presso il re Nicomede; è catturato dai pirati in Asia dove, liberato sotto pagamento di riscatto, fa strage dei suoi sequestratori. Ritornato a Roma dopo la morte di Silla (78 a.C.), si distingue in Senato per l' accusa mossa contro il sillano Dolabella, che aveva esercitato il proconsolato in Macedonia.
La sua ascesa politica ha inizio con questo successo: è nominato tribuno militare, in seguito pretore, poi curatore della via Appia, edile ed infine pontefice massimo. E' implicato nel processo contro Catilina, ma riesce a defilarsi. Nel 60 a.C. stringe un accordo politico privato con Pompeo e Crasso: nasce il 1° triumvirato che porterà Cesare al consolato l' anno successivo. Dal 58 al 52 a.C. è occupato nella conquista dell' intera Gallia e in vane spedizioni in Britannia. Nel 49 a.C., alla scadenza del prolungamento del proconsolato, attraversa con l' esercito il fiume Rubicone, non rispettando il pomerium stabilito da Silla: inizia così la guerra civile “di mezzo” contro Pompeo (Crasso era morto in una spedizione contro i Parti nel 53 a.C.). Cesare insegue Pompeo per tutta l' Italia fino in Grecia, dove lo sconfigge a Farsalo (48 a.C.). Soppressi i focolari di rivolta pompeiani in Egitto (Tapso, 46 a.C.), dove Pompeo è ucciso per mano del principe Tolomeo, e in Spagna (Munda 45 a.C.), Cesare torna a Roma ed è proclamato dittatore a vita. Le idi di marzo del 44 a.C. cade vittima di una congiura in cui è implicato il figlio adottivo Bruto. DEFINIZIONE DEL GENERE: L' opera si rispecchia chiaramente nel romanzo biografico, il cui protagonista risulta scomparso circa un secolo prima della narrazione. EVIDENZIAZIONE PARTICOLARI IMPORTANTI: La clementia Caesaris: Con questa espressione si indica l' atteggiamento di Cesare verso coloro che ha sconfitto: il condottiero fortunato, infatti, perdona facilmente i nemici e ripone in loro fiducia, ritenendo che sia meglio possedere un numero sempre più vasto di sostenitori piuttosto che circondarsi di poche persone fidate e dover fronteggiare accaniti oppositori. La prima prova di “clementia” vede protagonista il giovane Clodio: nonostante sia stato accusato di essere furtivamente penetrato nell' abitazione di Cesare in occasione della festa della Bona Dea viene da lui assolto. Allo stesso modo Bruto e Cassio, vinti durante la spedizione in Spagna contro i figli di Pompeo, vengono liberati insieme a molti altri prigionieri. Quando Catone si suicida per non cadere nelle mani di Cesare, le