Cicerone - Somnium Scipionis

Appunto inviato da vdavid
/5

Traduzione, analisi e commenti del testo originale (6 pagine formato doc)

Somnium Scipionis
Opera scritta da Cicerone e facente parte di un progetto più grande, il De Repubblica, ritrovato solo nel 1823 dal cardinale Angelo Amai, il Somnium Scipionis è stata un’opera che mai, nel corso dei secoli dopo la sua pubblicazione, è stata dimenticata o tralasciata, probabilmente per i molti caratteri di tipi cristiano che vi sono al suo interno.
Il De Repubblica doveva essere un’opera che, proprio come aveva fatto Platone, prendesse in considerazione quale fosse la migliore forma di governo possibile: vengono, per cui, in questa sede prese in considerazione le tre forme di governo, ovvero Monarchia, Democrazia ed Oligarchia, incarnate tutte, secondo Cicerone, dal governo Romano, il migliore in assoluto. 
 
 
Apparizione e Profezia dell’Africano
9. Quando giunsi in Africa come tribuno militare alle dipendenze del console Manlio (complemento di vantaggio), presso la quarta legione, come sapete, niente mi fu più gradito che (proposizione comparativa con valore completivo) recarmi dal re Massinissa, molto amico della nostra famiglia, per giusti motivi.
Non appena mi trovai al suo cospetto, dopo avermi abbracciato, il vecchio scoppiò in lacrime e dopo qualche tempo guardò verso il cielo e disse: “Ti ringrazio Sommo Sole e voi restanti divinità celesti, poiché prima che io me ne vada da questa vita, io vedo nel mio regno e in questa reggia Publio Cornelio Scipione, dal cui stesso nome io sono confortato; quindi non mai si allontana dal mio animo il ricordo di quell’uomo ottimo ed del tutto invincibile”. 
 
 
Quindi io lo interrogai riguardo il suo regno e egli interrogò me riguardo la nostra repubblica, e tra le tante parole spese da parte mia e sua, per noi trascorse quel giorno.
Ci vengono presentati i vari personaggi: a parlare è Scipione L’Emiliano, colui che distruggerà Cartagine nella terza guerra punica. Il dialogo è ambientato nel 149, quando i personaggi erano tutti già morti. Massinissa è molto vecchio e legato alla famiglia: re della Numidia si era alleato con Scipione l’Africano nella seconda guerra Punica.