De bello Gallico libro VII

Appunto inviato da galway
/5

Traduzione del libro VII del "De Bello Gallico" 77-78 (formato HTML) (0 pagine formato html)

De Bello Gallico libro VII 77-78Espressi diversi pareriuna parte dei quali consigliava la resaunaltra parte una sortita mentre le forze bastavanonon ci sembra di dover trascurare il discorso di Critognato per la sua singolare ed empia crudeltCostui nato da una nobile famiglia tra gli Arverni e tenuto in grande considerazione disse nulla io voglio diresto per direcirca la proposta di coloro che chiamano con il nome di resa una turpissima o che costoro debbano essere considerati come cittadini nche debbano essere interpellati in assembleaIo vorrei stare dalla parte di coloro che approvano la sortitae nella proposta di costoro con il consenso di tutti voi sembra l ricordo dellantico a danimo codestanon valoreil non poter sopportare per un poco la miseriaSi trovano pifacilmente quelli che si offrano alla morte di propria iniziativa piche coloro sopportino con pazienza il dolore ed io approverei questa propostatanto puin me il senso della dignitse vedessi che non ci sarebbe altra perdita se non la perdita della nostra vitama nel prendere una decisione pensiamo a tutta la Gallia che abbiamo sollecitato in nostro aiutoChe tipo infatti di animo pensate avrebbero i nostri parenti e familiariuccisi 80.000 uomini in un sol luogose fossero costretti a combattere in battaglia quasi sugli stessi cadaveriNon private del vostro aiuto costoro che per la vostra salvezza disprezzarono il proprio pericolo ne abbattete e piegate ad una eterna schiavittutta la Gallia per stoltezzaper vostra temerarieto per debolezza danimo15I Romani invece a che altro mirano o che altro vogliono se non spinti dallinvidia installarsi sui campi e sulle cittdi questi che conobbero nobili per fama e potenti in guerra imporre loro uneterna schiavitnmai intrapresero guerre e nessun altro scopo che se ignorate le cose che avvengono nelle nazioni lontane guardate la Gallia confinante che ridotta a provincia cambiato il suo diritto e le sue leggiprostrata sotto le e in continua e le varie opinioni decidono che coloro che sono invalidi alla guerra per salute o etsi allontanino dalla rocca e tentassero tutto prima di piegarsi alla proposta di a di servirsi piuttosto di quel consigliose i fatti costringono e gli aiuti ritardino piuttosto che piegarsi alla condizione di resa o di paceI Mandibi che li avevano ospitati nella loro roccafortecon i figli e le mogli furono fatti uscireQuesti essendosi avvicinati alla fortificazione dei Romanicon ogni tipo di preghiera piangendo e piagevano che se fossero stati accolti come schiavi che li aiutassero con il ciboMa Cesare disposte sentinelle sul vallo impediva di accoglierli..