Lucrezio e Cicerone

Appunto inviato da
/5

Appunti schematici ma completi su Lucrezio e Cicerone - per le scuole superiori.(documento doc 5 pagg.) (0 pagine formato doc)

LUCREZIO LUCREZIO Vita Testimonianza di S.Gerolamo nel Chronicon: vive fra il 98 e il 55 a.c.
Follia e suicidio: leggenda cristiana per denigrare il poeta (che teorizza la mortalità dell'anima e l'esistenza di una vita dopo la morte) De Rerum Natura: lettura dell'opera metodologicamente scorretta perché presuppone la pazzia del poeta individuate così tracce di psicosi ciclica Ostentato silenzio dei contemporanei (eccetto di Cicerone in una lettera al fratello in cui loda L.) De Rerum Natura in esametri - 6 libri (2+2+2) Poema epico-didascalico - Esposizione della filosofia epicurea Dedicato a Memmio, appartenente al partito degli ottimati, precettore, propretore, intellettuale, poeta, amico Anche se Epicuro critica la poesia (inutile per il raggiungimento della verità, della saggezza, nociva perché incentivo delle passioni), L. sceglie la forma poetica perché: ispirato a tentare nuove strade la poesia è in grado di rendere chiari e affascinanti argomenti tanto difficili la poesia è la forma più adatta per penetrare gli strati più alti della società Valori estetici subordinati ai fini didascalici Si inserisce nel filone scientifico-filosofico.
Empedocle di Agrigento: più illustre esponente, preso come dichiarato modello di riferimento Contenuto e struttura Proemio: invocazione a Venere, simbolo della natura e del piacere; captatio benevolentiae nei confronti del pubblico e di Memmio; elogio di Epicuro, salvatore dell'umanità perché ha sconfitto la religio (=/ pietas) usata a fini politici polemica antireligiosa Libri I° e II° ARGOMENTI FISICI: Dottrina degli atomi: tutta la realtà è composta da atomi che, invisibili, innumerevoli, indistruttibili, si aggregano secondo diverse combinazioni (l'universo è infinito) (nulla si crea e nulla si distrugge) ATARASSIA: serenità imperturbabile del sapiente CLINAMEN: principio in virtù del quale gli atomi si aggregano, deviazione infiniti altri mondi Libri III° e IV°ARGOMENTI ANTROPOLOGICI: Natura materiale e mortale dell'anima: anima (principio vitale del corpo) + animus (la mente); Scopo del poeta è di liberare gli uomini dall'insensata paura della morte che nasce dall'errata credenza dell'immortalità dell'anima l'anima non sussiste senza il corpo al momento del distacco dell'anima dal corpo, al momento della morte non c'è sofferenza non bisogna averne paura! Teoria delle sensazioni: atomi sottilissimi (simulacra) si staccano dagli oggetti e dai corpi e vanno a colpire i sensi Libri V° e VI° ARGOMENTI COSMOLOGICI: L'universo non è eterno, non è stato creato dagli dèi ma da una casuale aggregazione di atomi Fenomeni meteorologici che incutono nell'uomo timore superstizioso degli dèi, da dissipare mediante la spiegazione scientifica delle cause Peste di Atene del 430 a.c. Lucrezio poeta della ragione Lotta della ragione contro errori e falsità: scopo del poeta è far prevalere la verità Il PIACERE è lo scopo della vita umana e consiste nell'assenza o nella cessazione del desiderio e del dolore, e la FELICITA'