Nominativo e Genitivo: sintassi dei casi

Appunto inviato da paolonoci
/5

La teoria della sintassi dei casi (con schemi, es.ital.-lat. e vic.) sul nominativo, il verbo videor e il genitivo con tutte le sue funzioni. (2 pagine formato doc)

La sintassi dei casi: IL NOMINATIVO La sintassi dei casi: IL NOMINATIVO Il doppio nominativo Quando in una frase troviamo un predicativo del soggetto, parliamo di doppio nominativo.
Il predicativo del soggetto lo troviamo in presenza di alcune categorie di verbi: copulativi, estimativi, elettivi, appellativi. Es. “Cicero consul creatus est” cioè “Cicerone fu nominato console” “consul” ha funzione di predicativo del soggetto e va in nominativo. Il verbo Videor Il verbo Videor ha una doppia funzione: il passivo del verbo Video e come verbo deponente ha il significato di sembrare. Il verbo videor, quando introduce una infinitiva, può presentare un doppio costrutto: un costrutto personale e un costrutto impersonale.
Il costrutto personale lo abbiamo in quasi tutti i casi ed è riconoscibile perché il soggetto della infinitiva è espresso in nominativo invece che in accussativo. Si ha il costrutto impersonale quando: è accompagnato da un aggettivo neutro è usato col significato di sembrar bene, sembrare opportuno da videor dipende un verbo che dovrebbe andare all' infinito futuro ma, mancando il supino, viene reso con fore, futurum esse + ut + congiuntivo il verbo dipendente è impersonale si trova in una proposizione incidentale Mi sembra disonesto accettare dei soldi Mihi videtur turpe accipere pecunias Mi è sembrato opportuno scriverti qualcosa sulla vecchiaia Mihi visum est tibi scribere aliquid ab te de senectute 3. Ci sembra che Paolo non imparerà mai a parlare in latino Nobis videtur Paulus fore ut numquam discat latine loqui Al maestro sembrava che i ragazzi si annoiassero Magistro videbatur pueros tedere Distinguiamo, se ti pare, l'offesa dall'insulto Dividamus, si tibi videtur inulia a contumelia Verbi con costruzione personale Declarandi Sentiendi Iubendi dicor, praedicor, putor, feror, iubeor, eogor, negor trador vetor. E' tramandato che Omero fosse cieco Homerus traditur fuisse caecus Traditum est Omerum caecum fuisse. I verbi declarandi, sentiendi, iubendi vogliono la costruzione personale. I verbi declarandi e sentiendi richiedono preferibilmente il costrutto impersonale nelle forme composte, nella perifrastica passiva e nelle incidentali. Il genitivo Genitivo soggettivo e oggettivo Si trova in presenza di un sostantivo di derivazione verbale.( es. metus = paura; amor=amore) Si definisce soggettivo il genitivo che esprime ilo soggetto( es. labor servorum, la fatica degli schiavi = gli schiavi fanno fatica) Si definisce oggettivo il genitivo che esprime l'oggetto della azione verbale (es. conditur urbis, il fondatore della città = colui che ha fondato la città) Genitivo di possesso Precisa a chi appartiene una persona o una cosa ( es. Miltiadis filius = il figlio di Milziade) Genitivo di pertinenza ( detto anche di convenienza) Indica la persona a cui il compito o il dovere di fare una determinata azione, oppure la cosa (di norma un sostantivo astratto come sapientia, stultitia, prudentia) Questo genitiv