La personalità di Cicerone

Appunto inviato da lineju
/5

Schema riassuntivo sulla personalità di Cicerone (1 pagine formato doc)

CICERONE: PERSONALITA'

Ruolo dell'intellettuale.

L'intellettuale è coloui che svolge un bene per la società e Cicerone si sente un intellettuale di prestigio, in quanto ha introdotto a Roma la cultura greca, che eleva la gloria dei Romani.
Rapporto con gli latri: il civis romano vive per la comunità e il suo operato deve essere indirizzato ad un migliore futuro per la città; così Cicerone si rivolge anche ai giovani, nel tantativo di riportare Roma agli antichi valori sempre nel rispoetto della modernità.
Interprete dei propri tempi: si pose come intermediario tra ceti sociali emergenti e nobilitas senatoria; comprese la fase di declino delle istituzioni che la repubblica aveva avviato; fu il primo a sentirsi parte non più di una città-stato, ma di un impero sovranazionale.

La vita di Cicerone: riassunto

CICERONE POETA

Ruolo di mediatore: lottò per uno svecchiamento delle antiche strutture istituzionali, ma esortò anche ad un ristabilimento dei tradizionali valori del mos maiorum; equilibrò ruolo pubblico e privato dell’intellettuale; dedicò alle generazioni future il suo testamento spirituale, il De officiis; guardò al futuro, rimanendo sempre un convinto laudator temporis acti; mediò
tra cultura greca e romana, al fine di dare dignità culturale a Roma, non più come piccola città, ma come capitale di un impero.

CICERONE FILOSOFO

Filosofia e retorica: estrapolandone alcuni caratteri dalla cultura greca, Cicerone attribuisce un ruolo fondamentale alla filosofia, come mezzo di elevazione culturale per la società romana, e della retorica, che diventa arte e che caratterizza il buon oratore.
Otium e Negotium: l’intellettuale deve saper attuare un giusto equilibrio negotium e otium; in primo luogo deve occuparsi degli affari politici, mentre durante l’otium si deve impegnare in attività letterarie o filosofiche e, comunque, volte al miglioramento della città.

.