Riassunto sui poeti elegiaci

Appunto inviato da ciuttola
/5

la poetica elegiaca a Roma, i maggiori esponenti, Tibullo e Properzio (3 pagine formato doc)

Riassunto sui poeti elegiaci.

I Poeti elegiaci. Il genere elegiaco trova in età augustea i suoi massimi rappresentanti nella poesia latina. Anch'esso è d'origine greca, e anche per esso i poeti latini indicano espressamente i loro modelli in testi greci. Ma anche in questo caso il genere viene rinnovato e assume caratteristiche specifiche, con ogni probabilità differenziandosi notevolmente dai modelli.

Leggi anche Vita, opere e stile di Tibullo

LE ORIGINI DELL'ELEGIA LATINA - In un'elegia scritta intorno al 10 a.C. Ovidio stabilisce una successione cronologica fra quattro scrittori latini d'elegie, elencando nell'ordine Cornelio Gallo, Tibullo, Properzio e se stesso.
In realtà l'elegia era stata coltivata a Roma, prima di Gallo, da Catullo e da vari altri poeti neoterici. Sulle origini della poesia latina, Properzio ricorda, accanto ai nomi dei poeti, quelli delle donne da loro amate e cantate, indicando espressamente nell'amore il tema centrale e caratteristico dell'elegia romana.

Leggi anche Riassunto sull'elegia latina

L'amore era stato uno dei temi principali anche dell'elegia greca; e numerose raccolte d'elegie, in Grecia, erano state intitolate al nome della donna amata dal poeta. Sembra tuttavia che al centro degli interessi dei poeti greci fosse la narrazione di storie d'amore mitiche, mentre la vicenda amorosa personale del poeta rimaneva sullo sfondo o comunque non costituiva l'argomento principale a cui è subordinata la trattazione dei miti.