Il teatro romano arcaico

Appunto inviato da pikachu
/5

Appunti sul teatro romano arcaico. (2 pag - formato word) (0 pagine formato doc)

Il teatro romano arcaico nasce nel 240 a Il teatro romano arcaico nasce nel 240 a.C., quando Livio Andronico mette in scena la prima rappresentazione teatrale di un dramma (di cui però non abbiamo notizie).
Il teatro romano prendeva molto ispirazione da quello greco, inizialmente gli scrittori “ricalcano”le commedie e le tragedie elleniche per cambiarne vagamente la trama e il nome dei personaggi. Le vicende erano ambientate in Grecia ed erano greci anche alcuni riferimenti legislativi; in realtà, però, spesso i temi trattati riguardavano l'attualità romana, e non mancavano certo allusioni a politicanti non particolarmente graditi. La SATIRA POLITICA era però completamente assente perché censurata dalle istituzioni organizzatrici.
FABULA Termine usato per riunire tutti i generi teatrali PALLIATA Commedia di ambiente greco TOGATA Commedia di ambiente romano COTHURNATA Tragedia di ambiente greco PRAETEXTA Tragedia di ambiente romano COMMEDIA TRAGEDIA AMBIENTE GRECO Palliata Cothurnata AMBIENTE ROMANO Togata Praetexta I protagonisti delle vicende narrate sono gli HISTRIONES, termine etrusco che serviva per indicare gli attori, questa parola lascia pensare che forse l'origine del teatro a Roma non sia da attribuire solo alla cultura greca, ma anche al patrimonio culturale etrusco. In realtà, se questa fosse la verità, il teatro sarebbe dovuto nascere molto prima, invece compare solo dopo i contatti con la magna Grecia e con la Grecia stessa. Bisogna, però, ammettere che molti termini riferiti al teatro sono di derivazione etrusca; Tito Livio, Inoltre, in un suo brano, parla di una grande epidemia e dell'istituzione di spettacoli teatrali, anche se vi parteciparono solo danzatori e flautisti, erano comunque di origine etrusca. Attualmente il termine istrione indica una persona che sia atteggia troppo. Il Teatro era gestito da un Capo Comico: era una sorta di impresario che trattava con i magistrati, preparava la messa in scena, il compenso e il tema da trattare. Gli Histriones sono gli uomini più umili, forse addirittura dei servi, dato che Plauto afferma in una sua commedia che se questi non recitavano bene potevano essere anche bastonati! I Committenti sono coloro che pagano per l'allestimento dello spettacolo, sono magistrati, edili, il pretor urbanus ecc. e svolgevano questo compito come propaganda elettorale. Erano quasi sempre di nobile famiglia, e di conseguenza le opere teatrali che finanziavano, solitamente elogiavano loro imprese eroiche o loro antenati illustri. La commedia però non trattava temi che potessero riguardare queste classi ed era molto più seguita da un pubblico popolare, non c'era quindi grande influenza dei committenti. Gli attori dovevano portare una maschera, questo è accertato a partire dalla metà del 2°secolo, che serviva per vari scopi: Determinava la funzione del personaggio nella rappresentazione (molte erano, infatti, maschere fisse che si ripetevano in tutte le commedie) Aiutavano il pubblico a ricordare