Uso dei modi nelle proposizioni principali: il congiuntivo

Appunto inviato da jerone
/5

Appunti sull'uso dei congiuntivi indipendenti. (2 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

Uso dei modi nelle proposizioni principali: il congiuntivo Uso dei modi nelle proposizioni principali: il congiuntivo Il congiuntivo esortativo : Esprime un'esortazione Il tempo è sempre PRESENTE E' un invito, NON un ordine Per negazione si trova NE + cong.
pres. Il congiuntivo desiderativo Esprime un desiderio Se è REALIZZABILE si trova in Presente quando l'azione e' nel presente, e nel Perfetto quando l'azione e' nel passato Se è IRREALIZZABILE si trova l'Imperfetto se l'azione è nel presente e il Piuccheperfetto se nel passato La negazione si trova con NE La proposizione a volte viene evidenziata con Utinam = oh se, volesse il cielo, magari Il congiuntivo concessivo Esprime una concessione, un'ammissione Si esprime al presente se riguarda il presente Al passato se riguarda il passato La negazione è NE Spesso è introdotto da avverbi come SANE, LICET, UT = Sia pure Il congiuntivo potenziale Esprime un'azione che può essere portata a compimento, ma che viene considerata al di là della sua realizzazione (es. Chi avrebbe potuto credere ciò?) E'indicata col verbo potere Quando la sua possibilità e' nel presente, viene utilizzato il Presente, o il Perfetto, mentre quando lo è nel passato si utilizza L'Imperfetto.
La negazione è NON Il congiuntivo dubitativo Esprime l'idea di un dubbio, un'incertezza Il dubbio è riferito al presente o al futuro,si usa il presente, quando invece è riferito al passato si usa il congiuntivo Imperfetto La negazione è NON In italiano lo traduciamo col Condizionale Presente, o Passato Il congiuntivo suppositivo e irreale E' un congiuntivo indipendente Uno con valore suppositivo, l'altro con quello irreale Il primo indica un'azione che per giungere al compimento avrebbe bisogno di alcuni fatti, che non ci sono L'altro esprime un'azione ipotetica irrealizzabile Il primo ha tempi : imperfetto per irrealizzabile nel presente e piuccheperfetto per irrealizzabile nel passato Il secondo utilizza presente per esprimere una proposizione non realizzabile nel presente, e il piuccheperfetto per una non realizzabile nel passato.