Diritto dell'ambiente

Appunto inviato da palpet
/5

Sintesi del testo di diritto dell'ambiente di Crosetti Ferrara Fracchia Olivetti Rason (61 pagine formato doc)

Capitolo 1 pagg.
3-76


DISCIPLINA DELL'AMBIENTE NEI DIVERSI ORDINAMENTI GIURIDICI

Fino alla riforma del titolo V della cost. 2001 la nostra cost. non prendeva in esame in modo diretto le questioni ambientali.

Altrettanto può dirsi delle costituzioni coeve. Esempi antichi si possono rinvenire nella cost. belga e svizzera, mentre Grecia e Portogallo si sono dotati di una carta cost. negli anni '70, quando la sensibilità ambientale era diffusa.

Singolare è la circostanza che le prime convenzioni internazionali sulla tutela dell'ambiente si sono dovute misurare con la capacità degli ordinamenti interni di recepirle. Negli USA la materia ambientale era di esclusiva pertinenza degli Stati ma la convenzione con GB - che esercitava dominio sul Canada - venne recepita con legge federale, la quale resistette agli attacchi di incostituzionalità grazie al principio secondo cui tutte le questioni che attengono al potere estero sono sottratte alla competenza della legislazione dei singoli stati.

A questo principio (sancito nella causa Missouri v/s Holland) si è ispirata la corte costit.
Italiana, allorquando ha esaminato il ricorso di costituzionalità sollevato dalla regione Sardegna contro una legge statale che recependo un accordo internazionale destinava ad area umida protetta una zona che la regione aveva destinato ad altro scopo.

A parte qualche richiamo nello statuto dell'UNESCO e qualche poco fruttuoso tentativo di limitare gli esperimenti nucleari occorre arrivare alla Conferenza di Stoccolma (1972) che si conclude con la dichiarazione sull'ambiente umano che nel riconoscere la sovranità degli stati afferma che è dovere dell'uomo salvaguardare l'ambiente per la propria e per le generazioni future. Auspica uno spirito di cooperazione per affrontare, su un piano di uguaglianza fra gli stati, le questioni legate all'ambiente. L'attenzione e la preoccupazione crescente portano ad una risoluzione del 1989 della Conferenza delle nazioni unite che prende atto dell'insostenibilità del modello di sviluppo e mette in moto un meccanismo finalizzato a garantire uno sviluppo sostenibile.