Il Modernismo inglese e americano: riassunto

Appunto inviato da fifix
/5

Breve descrizione della corrente modernista nella letteratura anglosassone: caratteristiche principali, l'imagismo e il vorticismo, gli archetipi di Jung e la psicanalisi di Freud, Bergson, Pound e il flusso di coscienza (3 pagine formato doc)

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEL MODERNISMO INGLESE

Modernismo.

Caratteristiche del Modernismo. Il termine modernismo indica la letteratura e l’arte del ventesimo secolo che esprimeva la reazione alle idee del diciannovesimo e alle sue convenzioni, in un modo inconfondibile e con forme nuove, ovvero:
-    la rottura dei generi tradizionali
-    la frammentazione delle idee tradizionali di luogo e di tempo
-    la caduta dell’intreccio tradizionale: la storia non ha più un classico inizio e fine, così come i personaggi non sono definiti nel modo tradizionale
-    l’uso di un linguaggio complesso, che spesso sfida la sintassi tradizionale, la grammatica e la punteggiatura
-    la diffusione di una nuova idea delle funzioni rappresentative della letteratura, con enfasi sulla verità psicologica piuttosto che sui dettagli realistici
-    uso eclettico del mito (uso di miti orientali, filosofie e tradizioni)
-    l’adozione del verso libero, al posto dei metri classici.

Modernismo inglese e Pop Art: riassunto


MODERNISMO INGLESE: RIASSUNTO

Complessità e difficoltà del Modernismo.
La letteratura Modernista è difficile, per le caratteristiche formali indicate sopra e per i numerosi fattori complessi che hanno contribuito al suo sviluppo:
-    cambiamenti sociali e il collasso finale della società basata su classi
-    nuove idee in filosofia e scienza all’inizio del secolo
-    l’emergere di scienze come la psicologia, l’antropologia, la sociologia.
Caratteristiche internazionali del modernismo.
Il Modernismo inglese fu largamente il prodotto di scrittori non britannici.
Questi furono: Ezra Pound, Thomas Stearn Eliot, Joyce.
Il movimento stesso non era esclusivamente basato in Inghilterra; sebbene tra il 1912 e 1922 molti degli scrittori più importanti si trovino a Londra.
Dopo queste date molti di questi si separarono per tutta l’Europa.
Ad esempio, Pound andò a vivere in Italia e Joyce a Parigi.

Solo Virginia Wolfe restò a Londra con il suo circolo di amici intellettuali, conosciuto col nome di “Bloomsbury group”.

Sintesi del Modernismo inglese


MODERNISMO AMERICANO

Imagismo e Vorticismo. Solo due movimenti erano originari dell’Inghilterra, sebbene i suoi aderenti provenissero da diversi paesi.
A Londra tra il 1912 e il 1914 l’artista americano Ezra Pound fondò il movimento imagista che propugnava la necessità di fisare chiari pensieri in immagini semplici.
Quindi nel 1914 lo stesso gruppo di artisti fondò il Verticismo,che favorival’abbandono del linguaggio tradizionale.
Mitologia modernista. I grandi scrittori modernisti tuttavia possono essere stati influenzatidai vari movimenti iconoclastidel primo quarto del secolo, come il Futurismo, il Cubismo, il dada.
Questi non erano irrispettosi nei confronti del passato, ma al contrario, erano alla ricerca di ciò che poteva essere “salvato” dal passato.
Questi cercavano di creare la loro propria interpretazione della realtà, una chiave con cui leggere il mondo moderno.
In tal senso questi scrittori, ancora una volta, cercavano di portare a termine una mitologia personale che era cominciata con i Romantici.
La lettura antropologica del Mito. I miti classici erano liberamente incorporati nella narrativa moderna, come in descrizioni di viaggi attraverso la vita di città.
I vecchi miti erano investigati con un interesse antropologico nella sua relazione non solo con la letteratura ma anche con la società primitiva.
Gli studi accademici di Franerebbero un grande impatto sulla letteratura.
Questi apparteneva alla famosa Cambridge School of Anthropology.
Il suo lavoro monumentale, “The golden bough”, era una collezione di antichi miti, Europei e non.
Identificava i percorsi ricorrenti nei diversi miti.