Albert Camus: biografia

Appunto inviato da alifasci
/5

Albert Camus: biografia, opere e pensiero del romanziere, drammaturgo, saggista e giornalista francese (5 pagine formato doc)

ALBERT CAMUS BIOGRAFIA

Albert Camus
Indice
1.    Introduzione
2.    Biografia di Albert Camus  -  Dalla nascita alla laurea
-    Dal 1937 al 1945
-    Dal 1946 al gennaio 1960
3.    L’esistenzialismo e l’assurdo di camus
4.    Camus e Sartre a confronto
Introduzione - Albert Camus è stato un importante romanziere, drammaturgo, saggista e giornalista; è ritenuto uno dei maggiori esponenti dell’esistenzialismo francese.
Questo autore ha lasciato incompiuto un romanzo autobiografico intitolato “Il primo uomo”, pubblicato solo nel 1994; egli scrisse della sua vita dopo il 1935 su alcuni quaderni, che furono pubblicati tra il 1962 e il 1964 con il titolo “I taccuini”.
Biografia.

Dalla nascita alla laurea - Albert Camus nacque a Mondovì, in Algeria, nel 1913 da una famiglia francese poverissima, infatti, il padre Lucine Camus, d’origine Alsaziana, era un’operaio agricolo e la madre, d’origine spagnola, svolgeva servizi domestici presso alcune famiglie.
Camus nacque appunto in Algeria, poiché essa era un possedimento della Francia fin dal 1834, questa nazione ottenne l’indipendenza nel 1962, dopo otto anni di scontri armati.

Albert Camus: biografia e opere

ALBERT CAMUS OPERE

Il padre di Camus morì nel 1914 a causa di una ferita alla testa, riportata combattendo nella battaglia della Marna , durante la prima guerra mondiale, “per servire un paese che non era suo”, come lo stesso Camus annota nel suo ultimo romanzo “Il primo uomo”.
Dopo la morte del padre, la famiglia di Camus si trasferì ad Algeri, nel quartiere di Belcourt. Qui Albert Camus trascorse la sua infanzia stando a contatto con la realtà sociale del sottoproletariato arabo, “che gli lascerà un ricordo indelebile e che ritroviamo al centro di molti suoi scritti”, attesta Franco Cuomo[1].
Dal 1918 fino al 1923 frequentò la scuola comunale, dove colpì per la sua intelligenza il maestro Jean Grenier, che lo seguì attentamente consentendogli di ottenere una borsa di studi per poter frequentare il “Liceo Bugeaud” d’Algeri.
S’iscrisse alla facoltà di filosofia nell’università d’Algeri, ma, nonostante fosse stato colpito dalla tubercolosi, proseguì privatamente gli studi sotto la guida del professor Jean Grenier.
Nel 1933 Camus sposò Simone Hiè, poco tempo dopo i due si separarono.
Albert Camus aderì nel 1934 al partito comunista,da cui si allontanò pochi anni dopo, impegnandosi a diffondere le idee del manifesto marxista tra la popolazione Araba; nel 1935 fonda il “Tehatre du travail”.
Nel 1936 si laureò in filosofia, presentando una tesi su “metafisica cristiana e neoplatonismo”, rispettivamente sugli studi cristiani riguardo l’essere e ai suoi bisogni primi, e su una corrente filosofica, sviluppatasi attorno al secondo secolo dopo Cristo , che riprese e rivide le  tematiche del pensiero, elaborate secoli prima da Platone, i principali esponenti furono Ammonio Sacca e Plotino.

ALBERT CAMUS PENSIERO

Dal 1937 al 1945.  L’anno successivo fu assunto da Radio Algeri come attore, mentre egli iniziò a pubblicare i suoi primi saggi e romanzi.
Divenne redattore al giornale “Alger Republicain”e cominciò a denunciare, come cronista, lo sfruttamento degli arabi, dei nord- africani in Francia.
Espose e diffuse il suo pensiero apertamente anti-nazista, ma non fu accettato come volontario per la seconda guerra mondiale, perché venne ritenuto troppo debole di salute.
Nel 1940 Camus si risposò con Francine Faure e con l’appoggio di Pia Pascal divenne giornalista nel “Paris Soir”, prestigioso quotidiano parigino, da cui si allontanò pochi mesi dopo, perché lo ritenne collaborazionista con il regime nazista che aveva invaso la Francia.
Camus trascorse un anno in Algeria, ma a causa della sua salute, ritornò in Francia, dove aderì al movimento della resistenza francese, occupandosi del giornale “Combat” che veniva stampato clandestinamente.

ALBERT CAMUS BIOGRAFIA BREVE

Dopo la liberazione della Francia, avvenuta il 4 agosto 1944, Camus assunse ufficialmente con l’amico Pascal Pia, la direzione del giornale “Combat”, divenuto legale, e l’anno successivo pubblicò un’inchiesta sulla repressione della rivolta Algerina attuata dai francesi; il 5 settembre dello stesso anno la moglie partorì due gemelli, che furono chiamati Jean e Catherine.
Diede inizio ad una nuova collana di libri per la casa editrice “Gallinard”, con cui collaborava già da tempo.