Mito di Medea: riassunto

Appunto inviato da federicasaporiti
/5

Approfondimento sul mito di Medea. Riassunto sulla personalità di Medea, il significato e la relazione tra Medea e Giasone (2 pagine formato pdf)

MITO DI MEDEA: RIASSUNTO

Medea il mito. Innanzitutto quello di Medea è uno dei miti più antichi, ma ha goduto di grandissima fortuna tanto in età antica quanto in età moderna.
Medea è una figura della mitologia greca, figlia di Eeta, re della Colchide, regione del Caucaso, (sull’attuale costa georgiana del Mar Nero), e di Ecate, dea della magia e degli incantesimi. Medea aveva come nonno Elio, dio del Sole, poiché questo era il padre di Eeta, inoltre sua zia era la maga Circe, e come quest'ultima e sua madre era dotata di poteri magici e addirittura divini.
Essa è uno dei personaggi più celebri e controversi della mitologia greca.
Il suo nome deriva dal greco “Medeia”, poi latinizzato in “Medea”, che a sua volta deriva dalla parola greca “medomai”, che significa "molto astuto, scaltro".
 

MEDEA E GIASONE: RIASSUNTO

La sua figura è sempre messa in relazione a quella di Giasone, figlio di Esone, re di Iolco, che si trova in Tessaglia, regione della Grecia. Esone è stato detronizzato dal fratellastro Pelia e Giasone, l’erede legittimo, è cresciuto in esilio affidato alle cure del centauro Chirone. Una volta diventato adulto, Giasone si reca da Pelia per rivendicare il trono che gli appartiene, ma Pelia pone una dura condizione: se vuole riavere il regno, Giasone dovrà andare alla conquista del Vello d’oro, la pelle dell’ariete dorato che si trova nella Colchide, terra di Medea, a capo di un gruppo di eroi, gli Argonauti, che formano l'equipaggio della nave Argo: è proprio questo il movente dell’incontro di .
Ma che cos’è precisamente il Vello d’oro? Secondo la leggenda Frisso, mitico eroe greco zio di Giasone, ed Elle, figli di Atamante (figlio di Eolo), erano stati destinati dal padre a essere sacrificati a Zeus, ma Zeus stesso li salvò per mezzo di un ariete dal pelo d’oro che rapì i due fanciulli sottraendoli al sacrificio. Sulla groppa dell’ariete Frisso ed Elle volarono verso l’Oriente, ma durante il viaggio Elle cadde in mare e annegò. Frisso invece giunse in Colchide e chiese ospitalità presso il re Eeta. Tuttavia il re uccise Frisso e si impadronì del vello, lo inchiodò ad una quercia nel bosco sacro ad Ares e vi pose a guardia un drago insonne.
 

PERSONALITA' DI MEDEA

Giasone arriva, in seguito a diverse peripezie e avventure, nella Colchide per conquistare appunto il prezioso Vello. Eeta, alla richiesta di Giasone di riavere il vello d’oro, promette di restituirglielo a patto di superare tre prove: una volta saputo di cosa si trattava, Giasone si dispera dal momento che l’impresa a cui si sta per accingere è molto ardua e non può essere compiuta usando soltanto la forza. Ma, secondo alcune fonti, Era ne parlò con Afrodite, la quale chiese al figlio Eros di far innamorare di Giasone Medea, così da aiutarlo nelle tre prove. Secondo altre, invece, fu Medea ad innamorarsi da sola del giovane straniero.