Frankenstein: analisi

Appunto inviato da fxx92
/5

Breve analisi su alcuni temi di Frankenstein di Mary Shelley, viaggio, scoperta, conflitto con la sessualità e sfida a Dio (1 pagine formato doc)

FRANKENSTEIN: ANALISI

Frankenstein.

Mary Shelley 1818. Frankenstein è un’opera molto importante oltre ad essere molto famosa poiché è la prima opera di fantascienza mai scritta. Il tutto nacque su una sfida lanciata da lord byron in una delle sue feste in casa dove chiese ai presenti di scrivere un racconto dell’orrore, e da questa sfida nasce questo capolavoro a tratti macabro, se si pensa alla creazione del mostro ed ai materiali usati, a tratti molto moderno, come ad essere un monito alle generazioni future sul non farsi sfuggire di mano le proprie invenzioni e la scienza in generale, far si che certi misteri del mondo rimangano tali, proprio come quello della vita e della morte. Il racconto è stato scritto tra rivoluzione francese e rivoluzione industriale, quindi oltre ad avere in parte funzione di monito e paura per queste nuove macchine che venivano costruite, aveva anche un lato politico sotto certi aspetti, il mostro infatti come il popolo chiedeva attenzione al suo creatore, la classe nobile dirigenziale, ma non veniva ascoltato ed i suoi principi buoni sono tramutati in rabbia, odio, sangue.

Frankenstein: riassunto per capitoli

FRANKENSTEIN: TEMI

La tematica principale del racconto è la scoperta, come quella del narratore iniziale, il viaggiatore walton che proprio come il dottor Frankenstein vuole arrivare li dove l’uomo non era mai arrivato.

Se per walton voleva dire un luogo mai scoperto, per lo scienziato voleva significare andare oltre la morte. Questa scoperta che è salvifica ma nello stesso tempo distruttrice, salvifica perché distrae Frankenstein da una delle sue paure più grandi forse, il rapporto di coppia e la conseguente consumazione del rapporto, forse proprio perché anche la scrittrice ebbe molti traumi sin dalla nascita, incolpandosi della morte della madre, paura che le si ripropose alla morte dei due figli e del marito. Nel racconto infatti Frankenstein sin da bambino è scappato dal suo destino che lo vedeva sposo della sua sorellastra, sin da bambino aveva un altro amore, la scienza, lo studio, la scoperta.

Frankenstein: scheda libro

FRANKENSTEIN: AMBIENTAZIONE

Quando diventa più grande si stacca dalla sua famiglia per proseguire gli studi, crea il mostro e ritorna a casa dove lo aspetta il matrimonio, e qui entra ancora in gioco la scienza proprio perché il mostro commette il primo omicidio, il matrimonio slitta e quando ci sarà più avanti ancora una volta la sua creatura lo “salverà” uccidendo la moglie nel suo primo giorno di nozze. Dall’altro lato appunto c’è il mostro, creatura dall’aspetto ripugnante ma dall’animo nobile e gentile. La sua repulsione verso il creatore nasce dalla fuga di Frankenstein alla sua vista, e il mostro come nuovo Adamo vaga alla scoperta del mondo fino a imbattersi in una famigliola dove scopre l’altro sesso e piano piano inizia a desiderarlo sempre più, la sua unica richiesta al suo creatore sarà infatti una donna come lui con cui passare la vita, e ritorna ancora la paura della riproduzione, poiché che ne sarà del mondo se due mostri di quel genere, forti e inarrestabili, generassero nuovi mostri?