Jane Eyre: analisi del testo

Appunto inviato da leaveoutalltherest
/5

Jane Eyre è un libro scritto da Charlotte Bronte. Analisi del testo e dei personaggi di Jane Eyre, anche in relazione alla tematica del mostro (4 pagine formato doc)

JANE EYRE: ANALISI DEL TESTO

Jane Eyre di Charlotte Bronte: analisi del testo. Si tratta di un romanzo vittoriano in cui la protagonista Jane si innamora del mostro, Mr Rochester. Questo sottolinea il carattere di attrazione-repulsione che si può provare nei confronti del mostro, egli ci impaurisce, ci repelle e cerchiamo di stargli lontani, ma al contempo ci incuriosisce e ci affascina e ci porta ad avvicinarci a lui.

La storia è raccontata dal punto di vista di JANE, è dunque un’autobiografia.

INCIPIT. il nostro personaggio è un’orfana che viene affidata al fratello della madre e alla moglie. Alla morte di Mr Reed, Jane rimane con Mrs Reed e i cugini, tra cui John, il cui passatempo è trattare male Jane e prendersi gioco di lei. Nonostante Jane viva in casa di parenti, si sente un’INTRUSA, è un’ESTRANEA e ciò si può dedurre già a partire dalla prima pagina del romanzo, che inizia con delle espressioni connotate negativamente (no possibility, no company, out of question). Già dall’inizio abbiamo un microcosmo vittoriano fatto di ipocrisia, di bigottismo, dove non vi è solidarietà umana, né simpatia.

Jane Eyre di Bronte: riassunto e analisi dei personaggi

JANE EYRE ANALISI DEL PERSONAGGIO

JANE EYRE è un’autobiografia del personaggio di Jane e durante tutto il corso del romanzo possiamo notare come Jane si riferisca al lettore raccontandogli e informandolo dei fatti avvenuti, ma anche delle emozioni provate scaturite da questi fatti. E’ dunque sempre la visione di Jane quella che ci viene presentata e dobbiamo cercare di ricostruire i fatti per come sono accaduti, non per come li vede Jane. Anche nell’epilogo Jane si riferisce al lettore, informandolo del matrimonio con Rochester, considerato come il raggiungimento di un OBIETTIVO SOCIO-ECONOMICO (“Reader, I married him”). Jane chiama a testimoniare il lettore del proprio matrimonio. E’ il momento di chiusura per cui ogni cosa torna al proprio posto, tutto si sistema. Alla fine Jane è la legittima moglie di Rochester, non l’amante, come avrebbe voluto lui. Non c’è più nulla che possa offuscare l’integrità morale di Jane.

Jane Eyre: riassunto in inglese

JANE EYRE ANALISI DEI PERSONAGGI

Anche il discorso della CASA può significare che tutto è relativo e che tutto può cambiare. Mentre prima era stata pensata come prigione per Berta Mason, la prima moglie, ora è adatta per Jane.
Oltre alla sistemazione nella casa e alla stabilità socio economica raggiunta da Jane, abbiamo un’ulteriore IDEOLOGEMA radicato nel vittorianesimo, la MATERNITA’. In questo modo abbiamo un epilogo caratterizzato da una tipologia domestica che solo parzialmente vede Jane trionfante. Sappiamo però che l’INCENDIO porta via dal passato di Rochester ogni degradazione morale: vengono distrutti sia il castello che gli anni di peccato.

Jane Eyre: descrizione del personaggio