Il Settecento inglese

Appunto inviato da valerialuly
/5

Annotazioni sull'era augustea, la situazione in Gran Bretagna nel 1700, autori e poeti, la sensibility, il romanzo inglese e i suoi autori, il romanzo gotico (8 pagine formato doc)

L'introduzione di una monarchia costituzionale in seguito alla rivoluzione del 1688 ed il Toleration Act del 1689 che mise fine alle guerre di religione furono la premessa di un periodo di stabilità politica.
Durante il regno di Anna (1702-1704) si guardava ancora alla corte come padrona delle arti ma a partire dal successore, il rozzo Giorgio I che disprezzava apertamente pittori, poeti e scrittori, i quali iniziarono a cercare appoggio presso i librai e il pubblico dei lettori. Per tutto il 1700 i due partiti del parlamento si contesero il predominio: i whigs esponenti della ricca nobiltà con interessi mercantili e i tories piccoli proprietari terrieri anglicani che subentrarono a loro sotto il regno di Giorgio III.

Definita anche ‘età illuminata', si segnalò attraverso il recupero dell'ideale classico, per l'esaltazione dell'intelligenza razionale sulla fantasia, per il tono didattico delle opere letterarie, l'attenzione alle regole imposte dai classici latini e greci..