Appunto sulla poesia comico-parodica

Appunto inviato da vdavid
/5

descrizione della poesia comico-parodica (1 pagine formato doc)

Appunto sulla poesia comico-parodicaIl carattere di questo genere di poesia è comico e giocoso; comico nel senso che dava Dante alla parola “comico”, e cioè quello stile usato non con tono alto e sublime, ma con un tono medio, adatto ai contenuti, che sono modesti.
Anche la sintassi rispecchia tutto questo: uso di termini popolari che rimangono impressi nella mente dell’ascoltatore. Questa poesia, inoltre, è giocosa nel senso che i temi sono svolti con serenità e con frasi d’effetto mirate a procurare il riso negli ascoltatori. 


I temi:
1. L’amore: non come l’amore stilnovista, ma amore inteso sotto gli aspetti fisici e sensuali. 
2. La donna, che non è donna angelo, ma una donna volgare, venale. C’è anche la presenza della vecchia, brutta, gobba, sdentata. 
3. Non sono esaltati religione e letteratura, ma donne, bere e gioco d’azzardo.
Maledizione contro la povertà e mancanza di soldi: ingiurie contro gli avversari (tenzone contro Forese Donati e Dante).
Clima in cui ognuno può scrivere quello che vuole: periodo del comune con atmosfera più libera. Questa viene definita come una poesia di reazione alla poesia illustre. Altri, invece, ritengono che questa poesia rappresenti un vero e proprio genere letterario assestante, che esisteva già nel mondo antico (carmina; studenti e clerici vagantes). 


E’ un richiamo ai sensi e all’eros, in antitesi con la poesia ufficiale, con una dimensione della parodia. Attenzione alla quotidianità: questa poesia coglie la realtà anche negli aspetti meno sublimi. Realismo spicciolo, con scene che troviamo anche nel genere novellistico.