La poesia comico-parodica: significato, tematiche e autori

Appunto inviato da vdavid
/5

Descrizione della poesia comico-parodica. Significato, tematiche e autori (1 pagine formato doc)

POESIA COMICO-PARODICA: SIGNIFICATO

La poesia comico-parodica.

Il carattere di questo genere di poesia è comico e giocoso; comico nel senso che dava Dante alla parola “comico”, e cioè quello stile usato non con tono alto e sublime, ma con un tono medio, adatto ai contenuti, che sono modesti. Anche la sintassi rispecchia tutto questo: uso di termini popolari che rimangono impressi nella mente dell’ascoltatore. Questa poesia, inoltre, è giocosa nel senso che i temi sono svolti con serenità e con frasi d’effetto mirate a procurare il riso negli ascoltatori.

POESIA COMICO-PARODICA: TEMATICHE

I temi:
1.    L’amore: non come l’amore stilnovista, ma amore inteso sotto gli aspetti fisici e sensuali.


2.    La donna, che non è donna angelo, ma una donna volgare, venale. C’è anche la presenza della vecchia, brutta, gobba, sdentata.
3.    Non sono esaltati religione e letteratura, ma donne, bere e gioco d’azzardo. Maledizione contro la povertà e mancanza di soldi: ingiurie contro gli avversari (tenzone contro Forese Donati e Dante).
Clima in cui ognuno può scrivere quello che vuole: periodo del comune con atmosfera più libera. Questa viene definita come una poesia di reazione alla poesia illustre. Altri, invece, ritengono che questa poesia rappresenti un vero e proprio genere letterario assestante, che esisteva già nel mondo antico (carmina; studenti e clerici vagantes).
E’ un richiamo ai sensi e all’eros, in antitesi con la poesia ufficiale, con una dimensione della parodia. Attenzione alla quotidianità: questa poesia coglie la realtà anche negli aspetti meno sublimi. Realismo spicciolo, con scene che troviamo anche nel genere novellistico.
E’ anche detta poesia realistica, sebbene non bisogni prendere tutto quel che vi si dice alla lettera. Per esempio, i Romantici, nell’800, vedevano nei poeti di questo genere i precursori dei loro poeti, sebbene oggi vediamo che i due genere avevano solo qualcosa in comune.

I poeti comico-realistici: caratteristiche

POESIA COMICO-PARODICA: AUTORI

Cecco Angiolieri era il più grande esponente; era un poeta dal carattere “satanico” che calpestava tutto ciò che la società stimava; tuttavia dobbiamo distinguere ciò che era da ciò che scriveva. La critica moderna ridimensiona, infatti, il quadro del “poeta maledetto”, poiché in lui c’è molta aderenza allo stile comico: ciniscmo dell’esibizione.