Breve storia della letteratura italiana del 900: riassunto

Appunto inviato da flowers84
/5

Storia della letteratura italiana del 900: riassunto sugli autori italiani più importanti (4 pagine formato doc)

BREVE STORIA DELLA LETTERATURA ITALIANA DEL 900: RIASSUNTO

Breve storia della letteratura italiana del 900 - STORIA DELLA LETTERATURA ITALIANA: IL NOVECENTO Dal 1890 al 1917 Il realismo: Giovanni Verga; Grazia Deledda L'estetismo: Gabriele D'Annunzio Gli antidannunziani: Giovanni Pascoli Dal 1917 al 1939 (tra le due guerre) Il teatro: Luigi Pirandello La narrativa realista (il romanzo borghese): Aldo Palazzeschi; Italo Svevo; Alberto Moravia La poesia simbolista (l'ermetismo): Giuseppe Ungaretti; Eugenio Montale; Salvatore Quasimodo; Umberto Saba Dal 1939 al 1989 (dopo il 1945) Con la fine della guerra in Italia si proseguono due correnti fondamentali: il realismo in narrativa Il realismo e l'impegno civile negli anni 60/70: Elsa Morante;

Letteratura italiana del 900: riassunto sui poeti italiani


LETTERATURA ITALIANA 900: RIASSUNTO

Primo Levi Oltre il realismo: Pier Paolo Pasolini; Italo Calvino; Carlo Emilio Gadda Produzione narrativa 1975/1989: Leonardo Sciascia; Umberto Eco; Gianni Celati; Susanna Tamaro Il (neo)realismo: Cesare Pavese; Carlo Levi; Italo Calvino l'ermetismo in poesia Poetica dialettale: Pier Paolo Pasolini Il gruppo 63: Edoardo Sanguineti; Umberto Eco DEFINIZIONI CORRENTI LETTERARIE REALISMO: rappresentazione della vita quotidiana, senza concessioni eccessive al sentimento o a interpretazioni soggettive.

Successivamente, soprattutto in Francia, il realismo subisce un'evoluzione verso forme di naturalismo.
Al contrario, in Italia, si parla di VERISMO (risalto dato ai problemi regionalistici, specie dell'Italia meridionale/ambienti e personaggi più umili, per lo più della campagna e del mondo del lavoro/Giovanni Verga, Grazia Deledda).

Letteratura italiana del 900: riassunto


LETTERATURA ITALIANA: AUTORI PIU' IMPORTANTI

Anche nel 900 il realismo ha trovato numerose interpretazioni originali (Svevo, Pirandello, Moravia).
ESTETISMO: corrente che pone come valori fondamentali e primari quelli estetici e a essi subordina tutti gli altri, anche (e soprattutto) quelli etici. (l'arte per l'arte) ROMANZO BORGHESE: tra le maggiori produzioni letterarie del periodo tra le due guerre. Si definisce come il romanzo prodotto negli ambienti culturali borghesi, aventi come protagonisti personaggi provenienti dalla borghesia che costituisce la classe dominante occidentale. Un romanzo di tipo realistico e psicologico. Le cose migliori, o almeno quelle che noi riusciamo a trovare ancora oggi interessanti, riguardano una produzione volta a indagare e esplicitare la crisi di quel mondo, nel momento di una mutazione profonda delle strutture economiche e dell'organizzazione sociale. SIMBOLISMO: tendenza letteraria che si sviluppa dal decadentismo e si esprime ricorrendo a particolari sistemi di simboli. Nasce ufficialmente con Baudelaire. Ne vengono influenzati, in Italia, Pascoli, D'Annunzio e la stessa letteratura contemporanea.
ERMETISMO: tendenza della poesia italiana del 900 caratterizzata dall'accentuato lirismo del componimento poetico e dal valore analogico e 'illuminante' dato alla parola e all'immagine (Giuseppe Ungaretti, Eugenio Montale, Salvatore Quasimodo).