Il cantico delle creature: analisi del testo

Appunto inviato da annuccia900
/5

Analisi e spiegazione del Cantico delle creature di di S. Francesco d'Assisi (1 pagine formato doc)

CANTICO DELLE CREATURE: ANALISI

Il cantico delle creature di San Francesco D’Assisianalisi del testo
Questo canto si può dividere in tre parti:
-la prima parte, dal 1° al 4° verso,è un canto rivolto a dio;
-la seconda parte, dal 5° al 26°verso,è una lode a dio tramite le sue creature;
-la terza parte, dal 27° verso fino alla fine,parla della contusione della vita terrena.


Spiegazione
Signore,tu sei altissimo da un punto di vista spirituale , ti appartengono le benedizioni, le lodi e gli onori.
Nessuno può nominare il tuo nome invano perché è sacro e troppo importante.
Francesco nomina il sole che ha un’importanza particolare e rappresenta il giorno; lo paragona a dio per mezzo del quale ci illumina. Il sole è simbolo di fede e sapienza contro il buio dell’ignoranza.
Questo sole si presenta con grande splendore :è bello e raggiante;e noi guardandolo vediamo il nostro signore.
Sii lodato dalla luna e dalle stelle, tu le hai create e sono belle e preziose perché hanno sempre guidato gli uomini nei loro viaggi, come la stella polare. Rappresentano la via spirituale che serve per arrivare a dio.
Sii lodato dal vento e dalle sue stagioni e quindi dal tempo. E’ uno strumento di vita per noi che infatti viviamo nel tempo, il filo conduttore della nostra esistenza. Il vento, la pioggia,il sole,la neve rappresentano la nostra vita.

Cantico delle creature: analisi e commento

CANTICO DELLE CREATURE: SPIEGAZIONE

Sii lodato mio signore da sorella acqua,indispensabile per la nostra vita,umile perché è un elemento naturale che nasce dall’alto ma scende in basso piegandosi al bisogno dell’uomo e al voler di dio. E’ preziosa perché ad esempio, il 70% del nostro corpo è fatto di acqua,ed è pura.
Sii lodato da fratello fuoco;un’altra luce ma inferiore al sole. Illumina,protegge dagli animali feroci,dà senso di allegria,festa e aggregazione(per esempio i falò).la sua fiamma allo stesso tempo è pericolosa se non tenuta a bada è anche simbolo di purezza infatti se vogliamo disinfettare qualcosa usiamo il fuoco.
Sii lodato da sorella nostra madre terra che ci sostiene e produce fiori,frutta e verdura e quindi ci nutre e inoltre governa:decide lei cosa possiamo fare cosa non possiamo fare.
Sii lodato dalle persone che fanno la tua volontà e che sopportano le sofferenze con tranquillità perché sanno che da te saranno premiati.
Sii lodato da sorella morte corporale da cui nessun uomo può scappare. Coloro i quali moriranno nel peccato mortale andranno all’inferno e moriranno due volte:la prima è la morte del corpo, la seconda è quella spirituale. Chi invece segue la tua volontà non sarà toccato dalla seconda morte e quindi andrà in paradiso.
Alla fine del canto San Francesco invita le altre creature a servire dio con umiltà.

Cantico delle creature: parafrasi e commento