Il 5 Maggio: commento

Appunto inviato da cucubit
/5

Il 5 Maggio: commento, contenuto, intenzioni comunicative, tecnica e spiegazione della poesia scritta da Alessandro Manzoni in occasione della morte di Napoleone (1 pagine formato txt)

IL 5 MAGGIO: COMMENTO

Commento Il cinque maggio.

Breve esposizione del contenuto. Quando Napoleone morì (5 maggio), Manzoni fu molto colpito e nella sua poesia non vede Napoleone come il "genio della guerra" ma vede tutta la cosa sotto l'aspetto spirituale, Manzoni immagina come doveva soffrire Napoleone rinchiuso su un'isoletta dispersa e immagina anche come la Fede e Dio abbiano avuto compassione nei confronti di Napoleone.

Il 5 maggio di Manzoni: parafrasi

 

IL 5 MAGGIO: SPIEGAZIONE

Intenzioni comunicative e tematiche (e stati d’animo): La poesia è stata scritta dopo la morte di Napoleone, in modo che Manzoni non potesse riceverne nessun “vantaggio” dato che non scrisse mai un'ode nei suoi confronti quando era ancora in vita, il poeta ha chiaramente fatto intendere di non voler né criticare né onorare Napoleone, ma ha rimandato questo giudizio ai posteri: "Fu vera Gloria? Ai posteri l'ardua sentenza", che con maggiore distacco potranno valutare meglio dei contemporanei. Manzoni rende chiara la sua posizione “neutrale” nei confronti di Napoleone.

Rivendica anche la sua onestà perché non lo ha lodato nemmeno quando era al massimo del suo splendore, a differenza di altri contemporanei ("(il mio genio) di mille voci al sonito mista la sua non ha").

Il 5 Maggio: analisi, parafrasi e commento


5 MAGGIO: FIGURE RETORICHE

Analisi stilistica: La poesia di Manzoni è composta da 18 sestine in totale 108 versi. Vi sono molte similitudini (“Siccome immobile… così percossa…” o “rai fulminei”) e enjambement (“all’ultima ora ….. simile orma …” e “tacito morir”).
Riferimenti storici:
-    Alpi:campagne in Italia
-    Piramidi:campagna in Egitto
-    Manzanarre:campagna di Spagna
-    Reno:campagne in Germania
-    Scilla:Calabria
-    Tanai (il fiume DON; disfatta nella campagna di Russia
-    Ei si nomò:si autoproclamò imperatore
-    Due volte nella polvere e due volte sull'altrare: ricordano le sconfitte, il ritorno dei 100 giorni e la caduta definitiva.
-    Breve sponda;l'esilio in una piccola isola.

Il 5 maggio di Manzoni: analisi