Contesto storico 1910-1945: cronologia

Appunto inviato da jecka169
/5

Cronologia degli avvenimenti storici dal 1910 al 1945 (2 pagine formato doc)

AVVENIMENTI STORICI DEL 900 IN ORDINE: 1910-1945

SCHEMA SINTETICO DELLE PRIME 200 PAGINE DEL “FERRONI”
CONTESTO STORICO 1910 – 1945
Il periodo in questione segna il punto di partenza di una nuova epoca di violenta accelerazione della modernità, i cui caratteri possono così riassumersi:
1)    organizzazione della macchina militare
2)    ideologie nazionaliste ed imperialiste
3)    le due guerre mondiali
4)    regimi totalitari di massa: fascismo, nazismo, comunismo di Stalin
5)    enormi progressi nella tecnica: chimica, siderurgia, energia elettrica, nuovi mezzi di trasporto, radio e TV, telefoni
si va verso una società dei consumi di massa
parallelamente si ha la rivoluzione scientifica e filosofica: fine delle filosofie deterministiche e nuovi indirizzi (psicoanalisi, sviluppi del marxismo).

Il novecento: riassunto di storia

IL NOVECENTO STORIA

FENOMENI LETTERARI E CULTURALI.

Abbiamo le Avanguardie storiche: movimenti che vogliono rompere con la tradizione e propongono linguaggi della modernità:
1)    futurismo: movimento che mira a distruggere il linguaggio e la forma tradizionale; la variante italiana (Marinetti) esalta la guerra e la violenza
2)    espressionismo: movimento antiborghese, centrato sulla letteratura dell’urlo (es Munch)
3)    dadaismo: movimento antiborghese, basato sul non senso

CRONOLOGIA AVVENIMENTI STORICI

PRINCIPALI MODELLI INTELLETTUALI
1) BENEDETTO CROCE (1866-1952): esercita una sorta di “dittatura intellettuale”; reagisce al Positivismo e propone un neoidealismo.

Per lui l’Arte è intuizione e quindi vanno negati gli aspetti pratici (in un’opera occorre distinguere le parti poetiche da quelle non poetiche). La Storia è riflessione globale sul movimento dello Spirito umano, la Storia è guidata dal progresso ed ha come sbocco un cammino razionale di libertà (il fascismo è quindi una brutta parentesi)
2) GIOVANNI GENTILE (1875-1944): è un neoidealista; per lui vi è coincidenza fra teoria e prassi, tra fare e pensare (attualismo). Ogni storia è una evoluzione dello Spirito. Il fascismo è per lui positivo, poiché rappresenta la continuazione del Risorgimento
3) CULTURA FASCISTA: si possono individuare cinque tendenze:
a)    conservatorismo borghese
b)    novecentismo
c)    populismo antiborghese
d)    corporativismo
e)    fascismo di sinistra (Vittorini)
4) CULTURA CATTOLICA: vi sono varie tendenze, che vanno da quelle progressiste (popolarismo) a quelle conservatrici
5) PIERO GOBETTI (1901-1926): auspica la rivoluzione liberale, secondo lui le masse popolari devono farsi portatrici dei valori della tradizione liberale progressista
6) ANTONIO GRAMSCI (1891-1937): parte dal concetto di “intellettuale organico”, cioè di un intellettuale legato al Potere ed alle classi dirigenti. In Italia gli intellettuali hanno sempre mancato di organicità. La funzione di realizzare un nuovo modello di intellettuale organico alle masse proletarie spetta al P.C.I.