La dignità dell'uomo

Appunto inviato da bx67212
/5

Analisi del testo del brano di Pico della Mirandola (1 pagine formato doc)

Questo passo, tratto dal De hominis dignitate di Pico della Mirandola, è molto significativo e importante per comprendere le tesi umaniste e l’intero movimento letterario e filosofico insieme.
Nel saggio è possibile scorgere tutti i grandi temi della speculazione filosofica del periodo ripensati riproposti in maniera originale. In primis sostiene la centralità e la dignità dell’uomo, in quanto creatura libera capace di costruirsi da solo, con i propri mezzi, la propria perfezione o degenerazione. Pico, partendo dal mito della creazione, immani-na che Dio, dopo aver creato il mondo con i suoi abitanti, pensò di creare l’uomo quale culmine della sua o-pera. Il problema è che aveva già riempito tutti i luoghi possibili e, comunque, non poteva venire meno alla sua volontà creativa.
Così decise che l’uomo non avrebbe avuto una natura definita e un ambiente preciso in cui vivere, affinché egli stesso, completamente libero di scegliere, trovasse una collocazione a sé gradita va-lutando anche tutto quello che nel mondo esiste, grazia alla sua posizione centrale nell’universo.