Il secondo romanticismo

Appunto inviato da rurauru
/5

Considerazioni di carattere generale sulle opere letterarie più rappresentative (2 pagine formato doc)

La lirica è il genere che trova maggiore adepti nell'ambito del romanticismo. Quest'ultimo è il foriero di nuovi generi letterari come la ballata e la novella in versi.

Inoltre le esperienze poetiche sono molto differenti l'una dall'altra come quella di Manzoni e quella di Leopardi.

In Italia la lirica, al di là di questi due grandi artisti, si esprime prevalentemente attraverso la poesia patriottica, poiché in quel periodo c'è il problema del risorgimento italiano: unificare l'Italia e gli italiani.
Quindi non è strano che la poesia si occupi prevalentemente di quelle passioni risorgimentali, che andavano tanto di voga, e che avevano come fine principale quello di favorire l'unificazione d'Italia. Questo spiega perché la letteratura romantica italiana di questo periodo si è infarcita di inni al passato, di celebrazioni delle virtù del passato, di amor di patria, e di fratellanza nazione, tutti temi che ritornano e sono fondamentali per il fine che prima abbiamo individuato.

Uno dei principali autori di poesie patriottiche è Giovanni Berchet
, ottimo scrittore anche di testi in prosa, che scrisse il Giuramento di Pontida, in cui vengono descritti episodi gloriosi che dovevano servire a risvegliare l'amor di patria. La poesia patriottica, ha anche un carattere fortemente oratorio, che spiega l'uso costante di metri rapidi e martellanti( ottonari, settenari e endecasillabi) che danno l'impressione dell'inno di battaglia. Sono frequenti anche esclamazioni, interrogazioni, o tutte le figure retoriche che danno pathos al testo.

Questa poesia ebbe un grandissimo successo, e tra gli scrittori da ricordare ci sono Luigi Mercantini, Goffredo Mameli con Fratelli d'Italia. Oltre alla poesia patriottica c'è anche quella religiosa, che trovava in Manzoni un forte exemplum con l'esperienza degli inni.