Properzio e le Elegie

Appunto inviato da salssiciotta
/5

Appunti schematici su Properzio: vita, opere, tematiche e analisi di alcune Elegie (2 pagine formato doc)

PROPERZIO ELEGIE

Elegiaci.

Elegia
- Grecia VII secolo
- Per intrattenimento
- I versi usano un particolare metro (distici accompagnati dal flauto)
- Scritte per celebrare la vita privata (soggettivi e autobiografici)
- Di carattere: encomiastico, guerresco
- Argomenti: esortazioni ai valori civili e militari, effusioni liriche e amorose, temi politici, canti conviviali
- Accento polemico –satire-
Amore
- Simile a Catullo: la donna amata rifiuta
- Soggettivo e autobiografico
- Celebrato come forza indispensabile.

Properzio: vita, stile e poesie

PROPERZIO OPERE

Properzio nasce tra i 4850 a,C, in Umbria, probabilmente d'Assisi. proviene una famiglia ricca appartenente all'ordine equestre ma che subì la confisca dei beni.

Properzio entra il circolo di Mecenate. Morì giovanissimo a 35 anni.
Scrivere elegie soprattutto di argomento amoroso dedicate a Cinzia, il loro amore infelice simile a quello di Catullo per Lesbia.
 
Opere:
canzoniere diviso in 4 libri dedicati all’amore per Cinzia
I.    Libro: nascita dell’amore -> unico motivo di vita
II.    Libro: RECUSATIO -> mecenate gli offre di entrare nel circolo ma rifiuta per essere coerente con le sue scelte [sta vivendo una vita inutile perché l’amore che da senso alla sua vita non è ricambiato]
III.    Libro: sparisce l’elogio riferito alla donna amata, citata ma disprezzata (fa riferimento ad un amore disperato di cui non riesce a farne a meno) in opposizione con l’amore matrimoniale, fedele e sicuro
IV.    Libro: toni anti-ironici -> distacco notevole da Cinzia

Stile:
- influenzato da callimaco, stile raffinato ed erudito
- espressione ricca di metafore e molto raffinata
- lingua varia e articolata con preziosi e rari grecismi lessicali

PROPERZIO, ELEGIA I, 1

PROPERZIO: Elegia I,1
Tematiche:
- amore: per la donna amata, diventa schiavo per amore e soffre; per una donna inarrivabile; malvagia nei confronti del poeta; malattia, che porta la pazzia; desiderio di fuggire dal legame amoroso; inteso come fedus\fides potrebbe sconfiggere la morte causata dall'amore della donna, vi è una forte contrapposizione: lui sa che continuerà ad amarla nonostante lei non ricambi il suo amore (anche dopo la morte) e anche se dovesse incontrare altre donne non le reputerà mai belle quando Cinzia. Nel caso in cui lei morisse prima di lui resterà comunque felice.
- amore per il mito inteso come simbolo di universali esperienze umane
- rapporto tra amore e poesia, dichiara di non poter far a meno di cantare l'amore perché la sua poesia si alimenta essenzialmente dalla passione che lo divora e della vita che lo tormenta
- idea della morte, anche per lui come per Catullo l'esperienza sentimentale era davvero totalizzante, l'unica a dare vero senso dell'esistenza tralasciando l'impegno civile e gli altri valori
- donna amata: è tiranna, il poeta le augura sofferenze. Vorrebbe che anche lei provasse quello che prova a lui, diventa la sua musa, la descrive negli atteggiamenti quotidiani che lui osserva quando sono assieme.