Il notturno in poesia da Leopardi ai giorni nostri

Appunto inviato da lasilvi86
/5

Annotazioni sul tema del notturno nella poesia moderna e contemporanea (73 pagine formato doc)

IL TERMINE NOTTURNO NELLE VARIE ACCEZIONI

Definizioni dei Notturni in letteratura:

Tema del Notturno
Il notturno rientra nella definizione di notte.
Il notturno è un componimento e un genere letterario

Notturno (dal dizionario Battaglia): sostantivo o aggettivo. Come aggettivo la parola notturno combacia con la definizione semantica della parola "notte". Come sostantivo il Battaglia definisce il notturno come un componimento musicale destinato ad essere eseguito di notte a cielo scoperto oppure in una sala: questo genere di composizione comprende un certo carattere placido, amoroso e dolce (strumenti insinuanti e non strepitosi). Si da questo nome anche a certi versi del melodramma in una scena che si svolge di notte.
il topos è la notte.

Notturno (2° significato): con riferimento ad una composizione letteraria, in particolare poetica, di carattere malinconico, elegiaco, poetico, patetico e languoroso.

Notturno in prosa
Viene definita come fantasie malinconiche riflessioni sulla notte (analogia con il componimento libero), il notturno nasce inoltre sotto il segno della libertà psicologica.

Notturno in pittura
E' l'elemento dell'illuminazione parziale. Per l'importanza che viene data alla luce il riferimento per il notturno pittorico è Caravaggio.

Notturno come Aggettivo
Comporta tutte le valenze del significato della parola notte.